Scompare Paolo Pescetto, colonna del Cus Genova Rugby

Se ne va a 86 anni, lasciando i figli Luigi e Nicola, entrambi ex atleti del CUS Genova, così come il nipote Paolo Jr, chiamato così in suo onore, attuale giocatore delle Zebre. Un grande uomo di sport che negli anni si era anche contraddistinto nel sociale in città

In queste ore è scomparso Paolo Pescetto, un pezzo di storia del CUS Genova Rugby nonché parte di una dinastia familiare importantissima in questa disciplina, non solamente per i colori biancorossi.

«Una figura di grande amante dello sport – ricorda Giorgio Cimbrico, firma de “Il Secolo XIX” -. Un vero gentiluomo dello sport». Una carriera sportiva, la sua, che lo ha portato anche ad alto livello verso l’atletica leggera con ottimi risultati giovanili nei panni di velocista, ma anche nella vela e nello sci di fondo, con partecipazioni alle celebri Marcialonga alle Valli di Fiemme e Fassa e Vasaloppet in Svezia.

«Paolo ha fatto parte di una delle più grandi dinastie rugbistiche di Genova» aggiunge Cimbrico, ricordando anche il suo percorso in Nazionale. Per lui infatti tre presenze: vittoria nel 1956 contro la Germania a Heidelberg per 3-12, vittoria contro la Cecoslovacchia nello stesso anno a Praga per 9-19 con ben tre mete da lui firmate e la sconfitta nel 1957 contro la Francia per 38-6.

I funerali si svolgeranno venerdì 8 alle ore 10:00 presso la Chiesa Nostra Signora delle Grazie in corso Firenze.


INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI VACCINI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: