child holding a unicorn balloonSanità 

Dalla Regione 1,7 milioni per potenziare neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza

Toti: «L’obiettivo è quello di rafforzare le attività che vengono svolte sul territorio, attraverso la rete dei centri privati accreditati, traguardando anche una riduzione delle liste d’attesa per la presa in carico dei minori con disturbi neuropsichiatrici e del neuro sviluppo, superando i disagi che si sono verificati negli ultimi due anni soprattutto a causa della pandemia»

La Giunta regionale, su proposta del presidente e assessore alla Sanità Giovanni Toti, ha stanziato 1 milione e 700 mila euro per potenziare le attività legate alla Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza per la presa in carico riabilitativa.
Delle risorse complessive, 234.254,84 euro sono destinate alla Asl1, 301.995,33 alla Asl2, 767.162,09 alla Asl3, 158.197,36 alla Asl4, 238.390,38 alla Asl5.


“Questo stanziamento si aggiunge ai 2 milioni di euro che avevamo già messo nel sistema attraverso il piano Restart – afferma il presidente Toti – e si inserisce nel lavoro in corso di potenziamento dei servizi e anche del personale in particolare nella Asl3 genovese. L’obiettivo è quello di rafforzare le attività che vengono svolte sul territorio, attraverso la rete dei centri privati accreditati, traguardando anche una riduzione delle liste d’attesa per la presa in carico dei minori con disturbi neuropsichiatrici e del neuro sviluppo, superando i disagi che si sono verificati negli ultimi due anni soprattutto a causa della pandemia”.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: