Centrostorico Senza categoria 

Oltre ai sacchi neri, nel ghetto arriva una poltrona. I cittadini: «Servono controlli»

Il presidente dell’Associazione Via del Campo è Caruggi Spadarotto: «I sacchi neri sono pieni di guaina bituminosa proveniente da un cantiere edile»

«Anche ieri sera eravamo a fare un sopralluogo in Santa Sabina insieme ai referenti Amiu: quella fila di sacchi neri sono pezzi di guaina bituminosa provenienti presumibilmente da qualche cantiere edile – dice Christian Spadarotto-. È un rifiuto speciale, conviene abbandonarlo lì durante la notte: lo smaltimento costerebbe troppo… E così per gli ingombranti: meglio buttarli quando non passa nessuno per strada anche se è stato istituito un servizio gratuito di raccolta proprio per questa zona… Amiu potrebbe passare il doppio delle volte, ma non cambierebbe nulla se contestualmente non si attivano controlli per colpire chi non sa vivere nel rispetto delle regole civili di base».

«Chiediamo un intervento coordinato per agire su più fronti: per raggiungere gli obiettivi è necessario organizzare una strategia diversa» conclude il presidente dell’associazione.

«Concordo con Spadarotto – commenta il presidente del Municipio Centro Est Andrea Carratù-. Sono anche certo che ci sia tanta disinformazione. È impossibile che uno si camalli una poltrona sapendo che esiste un servizio gratuito di ritiro. Comunque studieremo insieme gli accorgerti del caso. Insieme si riesce».

Qualcuno che ha visto c’è e consiglia di verificare alcuni appartamenti in ristrutturazione attualmente attivi in zona. È anche possibile che i lavori siano fatti in nero e che per questo chi li fa non utilizzi il servizio di ritiro.

La zona è piena di telecamere e non sarà difficile risalire I reaponsabili.

Aggiornamento

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: