Comunicazione elettorale 

Genova città sicura, aumentati del 500% i controlli anti degrado

L’assessore Viale: «Per i prossimi 5 anni la polizia di vicinato, l’implementazione della videosorveglianza e della sicurezza percepita»

“Quando abbiamo iniziato ad amministrare la città nel 2017 il corpo della polizia locale era ridotto all’osso in termini numerici e di anzianità. Nello specifico da 890 unità nel 2017 siamo passati a 1100 nel 2021, con potenziamento del 20% di personale. Sono inoltre aumentate le ore di servizio esterno che vanno a incidere positivamente sulla percezione di sicurezza per i cittadini, con un +42% rispetto al 2017 passando da 236mila a 383mila ore impiegate del 2021. In questo ambito si sono svolte diverse azioni importanti quali i controlli etilometrici, sulle revisioni dei veicoli e le assicurazioni tutte azioni finalizzate alla sicurezza delle nostre strade”. Lo ha spiegato, questa mattina in conferenza stampa, Giorgio Viale, assessore comunale alla Sicurezza e candidato per la Lega alle prossime amministrative di Genova, facendo un bilancio del proprio mandato e illustrando alcuni obiettivi per i prossimi 5 anni.
Tra dati esposti da Viale anche le ore dedicate alla sicurezza urbana cresciute dalle 102 mila ore del 2017 alle 379.582 nel 2021, con una forte presenza di agenti della Polizia Locale sul territorio per la sicurezza urbana in particolare in azioni anti-degrado.
Proprio nell’ambito di degrado ambientale sono aumentate le sanzioni con oltre 500% in più di comportamenti illeciti rilevati ad esempio l’abbandono dei rifiuti. “Ci tengo a evidenziare come per ogni attività siano stati impiegati nuclei specializzati nei vari settori di intervento – ha spiegato l’assessore Viale – Molte azioni di controllo sulla sicurezza sono state incrementate anche grazie alla modernizzazione dell’apparato tecnologico: dalle 250 telecamere precedenti siamo passati a oltre 1000 e Genova oggi può contare su una centrale operativa rinnovata. Abbiamo investito molto anche sulle campagne di prevenzione e sensibilizzazione in materie importanti per i cittadini quali ad esempio le informazioni anti truffa”. Dati in crescita anche nei controlli relativi al degrado urbano per il quale si è passati da 99 controlli nel 2017 a 2.021 nel 2021, pari 629% in più; aumentate anche di oltre il 500% le sanzioni relative al degrado ambientale, con quasi 2000 i controlli sul territorio.

Viale ha poi indicato alcuni obiettivi per i prossimi 5 anni. “Nell’ambito dei servizi rivolti alle persone sono già previsti i potenziamenti come l’utilizzo dei furgoni attrezzati e presenti nei quartieri presso i quali sarà possibile chiedere informazioni, fare segnalazioni e denunce, avendo così la “polizia di vicinato” creando un contatto continuo sul territorio ed un dialogo più forte ed efficiente con i cittadini”.
Maggiori investimenti su tre temi principali: sicurezza, personale e tecnologia. “Abbiamo già sperimentato le “body-cam” e la geo localizzazione delle pattuglie – ha detto Viale – queste attività saranno maggiormente potenziate a tutela dei cittadini. Quando leggo il candidato della sinistra parlare di sicurezza privata penso che forse non sia consapevole del fatto che queste azioni farebbero ritornare la città a una gestione che ha creato un degrado generato negli anni passati e dove solo chi può permetterselo si sente al sicuro, mentre tutti gli altri si devono arrangiare. Ribadisco con forza che la rete della sicurezza deve essere utile a tutti e il nostro sistema deve essere al 100% pubblico”.

Conclude Viale: “Per i prossimi 5 anni, oltre alla riformulazione del Regolamento di Polizia locale si attiveranno azioni importanti per il contrasto della prostituzione su strada, per l’accattonaggio molesto e l’abusivismo commerciale. Inoltre si proseguirà con il lavoro di censimento dei siti ed edifici pubblici e privati che risultano disabitati, e verrà incrementata la videosorveglianza sui mezzi pubblici a tutela del personale e dei viaggiatori, compresa l’implementazione della videosorveglianza nelle aree critiche a scopo preventivo e per l’aumento sicurezza percepita. Inoltre continueremo e implementeremo l’opera di prevenzione sulla sicurezza stradale, che in termini percentuali in questi anni ha registrato un calo del 15% degli incidenti gravi. Gli obiettivi per i prossimi 5 anni sono quindi l’integrazione con altri elementi territorialità ed un maggiore sviluppo della tecnologia a supporto della sicurezza percepita e vissuta dai cittadini”.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: