Comunicazione elettorale 

Mobilità, l’assessore Campora presenta la metro Di Negro-Fiumara

Comunicazione elettorale a cura del candidato

14 unità di trasporto in arrivo. Il prossimo anno apertura della stazione Canepari

“Abbiamo già fatto progettare il percorso da Di Negro a Fiumara, quindi una nuova “linea Sampierdarena”, con una stazione in via Dino Coll e una Vila Scassi in corrispondenza all’ospedale, in piazza Montano con il nuovo parcheggio di interscambio e l’ultima fermata nell’area della Fiumara”. Lo ha annunciato questa mattina in conferenza stampa Matteo Campora, assessore alla Mobilità e candidato con la Lista Vince Genova. “Questa linea – ha detto l’assessore Campora – è stata progettata anche a seguito dei confronti messi in atto dall’amministrazione con il territorio, i cittadini, le attività commerciali e gli uffici presenti nel percorso della linea per dare al ponente la risposta trasportistica adeguata per le persone che vivono, transitano e lavorano a Sampierdarena togliendo di fatto molte autovetture dalla strada”.

Il percorso sarà nel sottosuolo e verrà dimensionato in base alle esigenze trasportistiche. “Il prossimo anno – ha spiegato l’assessore Campora – arriveranno anche nuove 14 unità di trasporto e i costi preventivati sono poco superiori a 400 milioni di euro. Riteniamo che l’opera possa essere completata nel giro di 5 anni quindi entro la fine del prossimo mandato”.

Altre aree della città sono state come inserite nei lavori della metropolitana, chiarisce Campora: “La prima stazione che andremo ad aprire sarà la stazione di Canepari che sarà pronta alla fine del 2023 e l’anno successivo sarà la volta della stazione di Terralba. Parallelamente abbiamo anche ricevuto i finanziamenti per l’ulteriore estensione fino a Pallavicini, quindi possiamo dire che nei prossimi anni andremo a triplicare l’attuale percorrenza della metropolitana con un allungamento a ponente verso la Val Polcevera, inoltre molti chilometri verranno aggiunti anche per la Val Bisagno coperti dalla “Sky-metro” e poi guarderemo a levante”.

I progetti in corso sono finanziati al 100% la maggior parte attraverso fondi ministeriali alcune quote “tpl su gomma”.

Conclude Campora: “Sono già stati effettuati gli affidamenti sulla stazione di Corvetto e si sta procedendo con velocità per gli accessi ed il sopralluogo della società che si è aggiudicata la progettazione, che ha già eseguito le ispezioni per poter velocemente redigere il progetto definitivo. Riteniamo che la metropolitana sia uno dei mezzi di trasporto migliore in assoluto: veloce, sostenibile, confortevole e non occupa il sedime stradale, inserendo così Genova nella logica trasportistica del Mims che individua la metropolitana tra le soluzioni da privilegiare. Prova ne è anche il recente finanziamento sul “decreto metropolitane”, superiore a 3 miliardi di euro da cui abbiamo attinto il finanziamento per la Sky-metro e sugli ulteriori prolungamenti”.

Progetto
L’attuale tracciato della metropolitana esclude totalmente l’abitato di Ponente, a partire dal quartiere di Sampierdarena.
Il presente progetto prevede la biforcazione della linea a valle della fermata di Dinegro, per servire il tratto fino alla zona della Fiumara, con la realizzazione di 4 stazioni dislocate lungo il nuovo tracciato in corrispondenza di alcuni poli significativi:

  1. Stazione via Dino Col – Uffici comunali/Torri WTC/casello A7
  2. StazioneVillaScassi-OspedaleVillaScassi 3. Stazione p.zza Montano – Stazione FFSS
    p.zza Montano
  3. Stazione Fiumara – Fiumara (Centro Commerciale, Multisala, Servizi, Palazzetto, Servizi)
    Il progetto è inoltre compatibile con un futuro prolungamento a ponente, verso il vicino quartiere di Cornigliano.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: