Scritta no green pass nel sottopasso: scritta cancellata, ma resta il problema del vandalismo

Sottopasso di piazza Corvetto, completamente bianco e appena recuperato, usato nella notte come lavagna da persone contrarie al certificato verde. L’assessore alle manutenzioni Piciocchi lo fa coprire da Aster «Ma il danno è fatto». I cittadini, sulla sua bacheca, suggeriscono una serie di soluzioni

«Ecco quanto mi segnala una brava consigliera municipale, Mariangela Maione, questa mattina: il sottopasso di piazza Corvetto da poco ritinteggiato, così come quelli di Brignole, di Piazza della Nunziata e di Principe, con questo bel cadeau lasciato nella notte – scriveva stamattina l’assessore alle Manutenzioni Pietro Piciocchi -. Andremo nuovamente a cancellare le scritte ma è davvero difficile manutenere al meglio la nostra città, nonostante tutti gli sforzi, quando c’è questa inciviltà. Aiutiamoci tutti, ciascuno nel suo quotidiano, a rendere Genova bella e ordinata».

Prima delle 15 la scritta era già stata cancellata in maniera sommaria e l’assessore lancia un altro post Facebook con la scritta coperta: «Seguo al post di questa mattina sul sottopassaggio di Corvetto. La scritta è stata subito cancellata da Aster ma il danno è fatto. Questa sera risponderò ai vari commenti e suggerimenti che sono pervenuti».

Quali sono i consigli dei cittadini? Ad esempio quello di posizionare telecamere, magari sponsorizzate da chi volesse ottenere in cambio pubblicità nel sottopasso. C’è poi chi suggerisce di realizzare murales come fu fatto anni fa con “Coloriamo” e come più recentemente è stato fatto in Bassa Valbisagno. I muri bianchi attirano più di quelli decorati l’attenzione dei vandali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: