Manifestazione CasaPound a Genova Est: «Quella di Aspi è gestione vergognosa, basta lucrare sui cittadini»

“Autostrade criminali: basta pedaggi in Liguria”, questo lo striscione esposto da CasaPound durante un blitz al casello di Genova Est per protestare contro la gestione della viabilità da parte di Aspi.

«A 3 anni di distanza dal crollo del Ponte Morandi – si legge in una nota – la situazione delle autostrade nella regione è ancora critica. ASPI non è in grado di garantire controlli e sicurezza ma, allo stesso tempo, continua a far pagare pedaggi per l’utilizzo di autostrade non sicure: non è accettabile».

«Evidentemente non è bastata la morte atroce di 43 persone per invertire la rotta: ancora oggi Genova e l’intera Liguria devono subire cantieri fantasma e tratti pericolosi e fatiscenti, con tutto quel che ne consegue anche a livello economico – continuano a Casa Pound -. Ci chiediamo che fine abbiano fatto le lacrime e i proclami della politica dopo il crollo del Ponte Morandi: tutte promesse e nessun fatto, mentre i responsabili continuano ad arricchirsi sulle spalle dei cittadini. Noi non ci stiamo più: siamo stati in prima linea per aiutare gli sfollati, siamo in prima linea anche ora per rivendicare i diritti dei cittadini. Aspi non può e non deve più lucrare sulla nostra regione».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: