Biamonti si dimette: «Consapevolezza di aver sbagliato e di essermi avvelenato di politica»

Dopo la frase pesante scritta a proposito di Gino Strada, recentemente scomparso, sulla bacheca di Calderoli, il consigliere di centrodestra, in minoranza, nel comune di Cogoleto decide di fare un passo indietro

Prima la mano alzata in un saluto romano, in consiglio comunale, nel Giorno della Memoria, poi la frase scritta sulla bacheca del senatore leghista Calderoli: «Gino Strada? Un insopportabile compagno che voleva africanizzare l’Italia. Che bruci all’inferno», poi cancellata, ma che ormai era stata screenshottata ed è arrivata ai quotidiani: non solo al Secolo XIX, ma anche a Repubblica e altri media (tra cui noi). Francesco Biamonti ha deciso di dimettersi dal consiglio comunale. La Lega, per cui era stato anche candidato in Regione, lo aveva già sospeso nel gennaio scorso e lui continuava da indipendente. Oggi la lettera di dimissioni nelle mani del Sindaco, postata anche su Facebook.
Le dimissioni erano state chieste con forza anche dall’Anpi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: