Mameli e Nico Sapio, due piscine per il ponente

A Voltri col “Patto per la città” del Governo Renzi e un mutuo della giunta Bucci per i lavori per l’omologazione olimpica alla Mameli di Voltri. Dalla Regione arriveranno, invece, i fondi per riqualificare la ex piscina di Multedo, la Nico Sapio

Il cantiere della piscina “Nicola Mameli” a Voltri (rendering in copertina e foto sotto) è stato aperto in febbraio: i lavori – che verranno conclusi nella primavera 2022 – consentiranno l’omologazione CONI dell’impianto per ospitare gare di pallanuoto A1 maschile e gare di nuoto sui 25 m, entrambe a livello nazionale. L’intervento è finanziato per un ammontare di 3 milioni e 600mila euro con i fondi assegnati dal “Patto per la Città di Genova”. L’adeguamento delle fondazioni e le modifiche apportate ai fini dell’omologazione hanno comportato una maggiore spesa. Sarà attivato un mutuo con l’Istituto del Credito Sportivo, di importo complessivo pari a 1.050.000 euro.

Dopo alcune operazioni preliminari di ridefinizione del perimetro del cantiere e di verifica delle aree occupate, i lavori sono proseguiti con la demolizione dei bordi della vecchia piscina, per aumentare leggermente le dimensioni della futura vasca e con il consolidamento del terreno di fondazione. Eseguito il consolidamento potranno essere avviate le strutture in elevazione.

Sul Ponente genovese poi la Giunta regionale delibererà nei prossimi giorni un consistente contributo per riqualificare la ex piscina di Multedo, la Nico Sapio: <4 milioni di euro a valere sul Fondo strategico regionale. Risorse importanti che serviranno a riqualificare anche l’area circostante e a trasformare la piscina in un impianto polisportivo> dice il presidente della Regione Giovanni Toti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: