Supermercati: oggi lo sciopero dei lavoratori Filcams per la chiusura domenicale

<Condizioni non propriamente sicure e di stress psicofisico>. La lettera al presidente della Regione Toti e la campagna social a cui hanno aderito molti cittadini (e i loro animali)

La Filcams Cgil continua la propria battaglia per chiedere la chiusura di supermercati e centri commerciali la domenica. Le Rsa ed Rsu hanno scritto una lettera al presidente della Regione Giovanni Toti e, per conoscenza, all’assessore alle Attività Produttive Andrea Benveduti in cui chiedono di comprendere la situazione dei lavoratori, sottoposti a turni massacranti anche a causa dell’alta percentuale di colleghi malati, e a condizioni di sicurezza sanitaria non propriamente ottimali.
Intanto, il sindacato ha lanciato anche una campagna social a cui hanno spontaneamente aderito molti cittadini, alcuni proponendo come testimonial i loro animali.

La lettera della Filcams

Al presidente Regione Liguria Giovanni Toti
e, p.c. all’assessore attività Produttive e Commercio Andrea Benveduti
Oggetto: la domenica i supermercati devono rimanere chiusi

Buongiorno Presidente,
siamo i delegati Filcams Cgil dei supermercati liguri.
Abbiamo appreso che Lei ha firmato una ordinanza che prevede la chiusura dei supermercati alle ore 15 della domenica. Le ricordiamo che ad oggi la quasi totalità dei supermercati chiude alle ore 13 ed alcuni chiudono per l’intera giornata.
Riteniamo il provvedimento assolutamente sbagliato: si lavora già in condizioni non propriamente sicure, si fanno turni molto lunghi per andare a coprire la percentuale di malattia molto alta (50% circa), si fanno spesso turni spezzati, lo stress psicofisico è altissimo, lavoriamo con la paura e la stanchezza, più si va avanti, più aumenta.
Chiediamo con forza di rivedere la sua posizione e far sì che la domenica i supermercati rimangano chiusi, noi pensiamo, e non solo noi ma anche i cittadini, che in questo momento di estrema emergenza dovuta al Covid-19, sarebbe la scelta più corretta sia per i lavoratori, sia per i cittadini; noi per poter far riposare il nostro fisico, il cittadino per evitare di uscire di casa sapendo che la spesa la può fare tranquillamente dal lunedì al sabato dalle ore 08,00 alle ore 20,00.
La invitiamo attentamente a riflettere e a tenere una posizione più forte e decisa come è accaduto in altre regioni (non le elenchiamo le Regioni immaginiamo Lei sappia quali sono).
Le rsu/rsa Filcams cgil

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: