Da domani l’Ambulatorio mobile Asl a Rivarolo Sampierdarena e Recco

In seguito all’importante esperienza dell’Ambulatorio del fine settimana” in Valpolcevera, avviato  lo scorso anno durante le feste, l’iniziativa si estende da domani anche a due nuovi ambulatori: uno nel Comune di Recco presso l’ex Ospedale S.Antonio e uno a Genova presso il Palazzo della Salute di Fiumara a Sampierdarena

Parte da domani sabato 14 dicembre 2019 un nuovo servizio di Asl3 per fornire ai cittadini una pronta risposta alle necessità sanitarie di bassa complessità nei giorni di festa e nel weekend, senza doversi recare nei Pronto Soccorso metropolitani.

Il servizio – gratuito, in accesso diretto e senza impegnativa – è disponibile il sabato, la domenica, nei giorni festivi e prefestivi dalle ore 8 alle ore 20

Nel dettaglio:

·         Ambulatorio Medico del Fine settimana Valpolcevera: presso Croce Rosa Rivarolese – via Croce Rosa 2 – Info tel. 010 749 22 47 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00)

·         Ambulatorio Medico del Fine Settimana Sampierdarena: presso Palazzo della Salute Fiumara –  via Operai 80 primo piano stanza 46 – Info Urp Fiumara (dal Lunedì al Venerdì ore 8.30-14) tel. 010 849 7054 / 7066

·         Ambulatorio Medico del Fine Settimana Recco:  presso Poliambulatorio – via Bianchi 1 (ex Ospedale S. Antonio) piano terra stanza 19 (ingresso laterale sede servizio emergenza 112) – Info Distretto  (dal Lunedì al Venerdì ore 8-13) tel. 010 849 4463 / 4493 

·          

·         Per accedere è sufficiente presentarsi con la tessera sanitaria negli orari di apertura: non serve appuntamento né impegnativa del Medico di Medicina Generale

Le nuove realtà,  Fiumara e Recco,  saranno aperte in via sperimentale fino al 30 Aprile 2020; mentre per la Valpocevera, che ha già avuto un riscontro positivo in termini di utenza e frequentazione, fino al 30 settembre del 2020.

Non si tratta di postazioni d’emergenza in sostituzione ai Pronto Soccorso Ospedalieri ma di Ambulatori di Continuità Assistenziale destinati a trattare esclusivamente quei casi che non rappresentano, in nessun modo, un rischio per la vita del paziente consentendo la possibilità di affrontare in tutta tranquillità, con ridotti tempi d’attesa rispetto ai Pronto Soccorso cittadini, i casi di patologie minori. Il cittadino potrà presentarsi senza prenotazione portando la sola tessera sanitaria e vivendo con calma la sua piccola urgenza sanitaria senza dover patire il disagio delle lunghe attese che spesso invece i codici bianchi devono sopportare nei Pronto Soccorso, usufruendo gratuitamente di servizi medico-sanitari di Continuità Assistenziale ugualmente efficaci.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: