Cadde sul bus dopo una frenata e morì, assolto il conducente Amt

Il guidatore aveva dovuto frenare bruscamente perché un’auto gli aveva tagliato la strada

 Per il giudice per l’udienza preliminare Cinzia Perroni, che ha assolto l’autista Amt, la responsabilità della morte dell’anziana passeggera caduta è stata la manovra scorretta di una automobilista che ha tagliato la strada al mezzo pubblico. L’autista del mezzo pubblico, invece, ha tenuto alla guida un comportamento corretto. La frenata è stata necessaria per evitare lo scontro.
La conducente dell’auto ha patteggiato la condanna a 10 mesi e 20 giorni e la sospensione della patente per due anni e otto mesi. Il pubblico ministero Patrizia Petruzziello aveva chiesto il rinvio a giudizio sia per l’automobilista sia per l’autista dell’azienda partecipata del Comune.
A perdere la vita, circa un anno fa, era stata un’anziana, Carmela Ruscillo, che era caduta sbattendo la testa. Era stata soccorsa e portata in ospedale dove era morta tre giorni dopo a causa delle ferite riportate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: