Senza categoria 

Chiude anche la cartoleria De Magistris, tra De Ferrari e Piccapietra

La promozione “al 50%, fuori tutto” è cominciata l’8 aprile e durerà fino al 30 luglio dopo di che chiuderà un altro negozio storico di Genova, la Cartoleria De Magistris di largo Pertini, con affaccio su via Vernazza, sul retro del Carlo Felice. Lo slogan su internet è “il futuro della tradizione”, ma, al quanto pare, di futuro non ce n’è più. Un altro segnale che l’attrattività commerciale di Genova si sta azzerando, un altro buco nero che si aprirà nella city dopo la chiusura di Rinascente e Capuccino e quella annunciata di Gucci. Inutile girarci attorno: la situazione mondiale del commercio è stata devastata dai centri commerciali prima e dall’e-commerce dopo. Genova ha perso 200 mila abitanti in 20 anni e la popolazione si è invecchiata e si è impoverita. Inoltre la frana del sistema industriale di Stato e la chiusura a raffica delle aziende ha rasato la capacità di spesa dei genovesi.
La cartoleria De Magistris fu fondata nel 1935 da Paolo che la lasciò al figlio Luciano , al quale, a sua volta, subentrò nel 1990 la nipote Bianca, moglie dell’armatore Gianfranco Messina.


Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: