Annunci
Ultime notizie di cronaca

Inaugurata aula multisensoriale all’istituto comprensivo Genova Pra’, scuola primaria Montanella

È stata intitolata a Simone Cavallari, un bimbo scomparso il 9 marzo

Nella stanza sono presenti: un materasso vibro-acustico con acqua calda che stimola la percezione del proprio corpo e consente di percepire le vibrazioni prodotte a ritmo di musica; i tubi con le bolle forniscono stimoli visivi con i loro giochi di colore e vibrazioni che si possono avvertire toccando il vetro e uditivi con movimenti associati alla musica; un proiettore di immagini associati a suoni musica e voci che combinano tra di loro stimoli differenti; cascate luminose per esplorare e maneggiare filamenti che cambiano colori e favoriscono la consapevolezza della luce.

Il progetto nasce dal desiderio di creare un ambiente che permetta ai bambini di scoprire la potenzialità dei loro sensi, favorendo la capacità di esprimere sensazioni ed emozioni. I bambini immersi in un contesto ludico acquistano una maggiore fiducia nelle proprie capacità, accrescono un grande benessere interiore e sviluppano relazioni interpersonali con i pari e con gli adulti, in quanto vengono stimolati a non isolarsi e chiudersi nel proprio mondo. 

La realizzazione di questo progetto permetterà a circa 60 alunni disabili, dei tre ordini di scuola del nostro Istituto, di poter usufruire di un’aula in cui sentirsi pienamente a loro agio, molti bambini troveranno il giusto ambiente per comunicare le loro sensazioni e i loro bisogni. Inoltre quest’aula non sarà utilizzata solamente dagli bambini diversamente abili, ma sarà un luogo a cui tutti gli alunni potranno accedere e trovarne beneficio. 

<Tutto ha avuto inizio un mattino di luglio durante una nostra visita al Matitone dalla dottoressa Claudia Costanzi, dalla quale ci eravamo recate per chiedere un numero maggiore di ore da assegnare agli educatori di alcuni bambini particolarmente gravi – dicono la maestra Carla e la maestra Livia. In quella circostanza la dottoressa Costanzi ci ha aperto un mondo che non conoscevamo, nel momento in cui ci raccontava di cosa fosse e a cosa servisse uno spazio così strutturato, dentro di noi immaginavamo già i tanti bambini bisognosi di cure particolari, giocare felici in quel mondo magico. In quel momento il nostro pensiero è andato al piccolo Simone, al suo dolce sorriso, per il quale desideravamo realizzare a scuola, un ambiente che avrebbe potuto rendere la sua vita più lieve. Pensavamo spesso di poter fornire un’ambiente più accogliente e ben strutturato che gli permettesse una vita migliore, non conoscevamo però, le potenzialità che poteva offrirgli un’aula multisensoriale. Dopo aver visionato un video girato nella scuola Mameli, dove l’aula è già stata realizzata, niente e nessuno ci ha più fermate. Sapevamo che i genitori della classe IV B della scuola primaria Montanella di cui faceva parte il piccolo Simone, avevano pensato di realizzare per lui una giostrina da collocare nel cortile della scuola, perciò avevano messo da parte una somma considerevole, ma la manutenzione della giostrina richiedeva un impegno economico elevato, per questo motivo non si è più realizzata. Partendo dalla certezza di avere già una somma disponibile, abbiamo cominciato a chiedere i finanziamenti alle associazioni presenti sul territorio>.

I genitori della classe 4ª B Montanella che hanno costituito il “Comitato Mamme e Papa’ di Pra’”, per primi hanno creduto e finanziato parte del progetto, le associazioni “Alemante Friends”, “Associazione Pra’ Viva” , in particolare è stata fondamentale la mediazione del signor Roberto Ferrando, hanno contribuito alla realizzazione dell’aula e anche il Municipio VII Ponente ha donato un contributo consistente, utilizzando i gettoni di presenza a cui hanno rinunciato i consiglieri municipali.

<Con infinita riconoscenza e gioia la somma desiderata viene raggiunta e si è proceduto a fare l’ordine – continuano le maestre – Il 7 giugno è stata inaugurata l’aula ed è stata intitolata a Simone Cavallari che ci ha lasciati il 9 marzo, ma che continuerà a sorridere, ad ascoltare la musica a sentire gli odori, a percepire le vibrazioni, a lasciarsi cullare sul materasso ad acqua e a farsi catturare dalla magia delle luci, insieme a tutti i bambini della nostra scuola. Questa esperienza ci ha insegnato che fare del bene è contagioso, alle nostre richieste nessuno si è tirato indietro, anzi, con commozione e partecipazione hanno contribuito, affinché l’aula venisse attrezzata, tutti ci hanno ringraziate per essere stati coinvolti in un progetto che richiama al bene. Fare il bene perché è bene e fare il giusto perché è giusto, ha creato intorno a noi una rete di solidarietà che ci ha condotti alla realizzazione di questo progetto. Ringraziamo il nostro dirigente Dottor Alessandro Cavanna e la DSGA Miranda Concu che hanno creduto nel progetto e hanno contribuito alla realizzazione. Ringraziamo i genitori del Comitato Mamme e papà di Pra’,  Alemante  Friends, Pra’ Viva e il Presidente del Municipio Claudio Chiarotti per aver creduto in noi>.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: