Alimentare regione 

Igp Day per la focaccia al formaggio di Recco, una festa per la specialità che si può produrre solo in 4 comuni

La focaccia al Formaggio di Recco da oggi è solo Igp. Quattro i comuni in cui si può produrla, 17 le aziende che possono venderla o servirla, tra ristoranti e panifici. È iniziata oggi la produzione della Focaccia al formaggio di Recco Igp nei locali autorizzati all’utilizzo della certificazione alimentare europea localizzati nei Comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno. L’evento è stato festeggiato nella Sala delle Grida del Palazzo della Borsa, in via XX Settembre a Genova. All’iniziativa hanno parteciparto, oltre al padrone di casa (Paolo Odone, presidente della Camera di Commercio che ha sostenuto il Consorzio della focaccia e le aziende nella loro battaglia per la conquista del riconoscimento territoriale), il presidente della Regione Giovanni Toti, l’assessore alle Attività produttive Edoardo Rixi, altri assessori regionali, i rappresentati delle categorie.
<Abbiamo raggiunto un traguardo che ci riempie d’orgoglio – dicono al consorzio – perché rappresenta il riconoscimento alla serietà, alla professionalità ed alle capacità di tutti coloro che hanno portato a buon fine questo infinito lavoro. La Focaccia di Recco non aveva bisogno di guadagnare maggior fama o una più ampia fetta di mercato, aveva soprattutto bisogno di veder riconosciuta la sua credibilità, la sua identità e il legame alla sua zona d’origine. L’IGP le ridà quella distinzione che le spetta difendendola dagli ormai troppi tentativi di imitazione>

LA STORIA

La Focaccia di Recco, è entrata nell’Olimpo della produzione agroalimentare europea, diventando uno dei prodotti d’eccellenza che rappresentano l’Italia nel mondo” questa è stata la dichiarazione del Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari al termine dell’atto conclusivo dell’Istanza IGP chiusosi con parere positivo, presso gli uffici ministeriali con i dirigenti della Regione Liguria il 18 gennaio 2012.

RECCO è la città della FOCACCIA COL FORMAGGIO e con i Comuni limitrofi (Sori, Avegno e Camogli) ne delimita la zona di produzione inserita nel disciplinare I.G.P. redatto e approvato dal Consorzio Focaccia, costituitosi nel 2005, per ottenere l’ ambita certificazione europea. La storia ci dice che la focaccia col formaggio ha radici antiche in queste località, una tradizione secolare in cui capacità ed abilità dei produttori aderenti al Consorzio hanno reso rinomato questo prodotto, indissolubilmente legato al territorio ed al proprio al nome ed all’indicazione geografica RECCO.

Al CONSORZIO DELLA FOCACCIA DI RECCO COL FORMAGGIO aderiscono i più rappresentativi produttori dei Comuni della sua zona di produzione includendone panifici, ristoranti e asporti che hanno reso famoso nel mondo questo fantastico prodotto.

Nel corso degli anni l’immagine ed il consumo di Focaccia di Recco sono cresciuti in modo esponenziale godendo di un apprezzamento che ha varcato i confini territoriali ma, purtroppo, accompagnati da troppe imitazioni di scarsa qualità e senza attinenza al territorio d’origine. Queste sopra espresse sono le motivazioni che hanno portato i produttori locali – defraudati delle loro riconosciuta abilità, della fama acquisita e della secolare tradizione- a chiedere ed ottenere l’intervento delle Istituzioni preposte (Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova, Ministero delle Politiche Agricole) per difendere l’identità e originalità del proprio prodotto bandiera.

Nel 2011 dopo lunghi anni di lavoro, 14 luglio alle ore 12.00 a Genova presso l’Auditorium della Regione Liguria i dirigenti preposti del Ministero hanno convocato la Pubblica Audizione per dare lettura del disciplinare di produzione e procedere alla sua approvazione per la richiesta di tutela della denominazione “Focaccia di Recco col formaggio I.G.P.”.

Giovedì 4 dicembre 2014 – L’Unione Europea riconosce il diritto della Focaccia di Recco col formaggio a fregiarsi della tutela I.G.P.

Mercoledì 14 gennaio 2015 – L’IGP della Focaccia di Recco viene definitivamente iscritta nel Registro delle DOP e IGP Comunitarie.

Lunedì 2 febbraio 2015 – Con Provvedimento 19 gennaio 2015 viene pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n° 26 del 2 febbraio 2015 la registrazione IGP, riconoscendo definitivamente alla focaccia di Recco col formaggio la tutela geografica europea nell’ambito dei Comuni di origine: Recco, Camogli, Sori e Avegno.

La Registrazione definitiva da parte dell’Unione Europea fra le DOP e IGP Comunitarie, assegna alla Liguria la sua seconda INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA.

La Camera di Commercio di Genova, organo incaricato del controllo, dopo l’approvazione del Piano di controllo, da parte degli uffici Ministeriali competenti ha provveduto a visitare i produttori inseriti nella zona di produzione per verificare la sussistenza di tutte le condizioni necessarie affinchè possano essere assoggettate al disciplinare approvato ed iscriverle al Piano di Controllo.

Solo così, avendo ottenuto la certificazione della propria azienda come accreditata alla produzione di Focaccia col formaggio conforme a quanto previsto dalla UE, si possono fregiare del marchio comunitario di protezione riconosciuto alla Focaccia di Recco I.G.P.

L’ UTILIZZO DELLA PROTEZIONE COMUNITARIA È UN DIRITTO ESCLUSIVO RISERVATO DALL’UNIONE EUROPEA SOLO AGLI OPERATORI ACCREDITATI

ED ESCUSIVAMENTE SE UBICATI NELLA ZONA DI PRODUZIONE RICONOSCIUTA.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: