comune Enti Pubblici e Politica 

A Certosa manifestazione per la scuola Ariosto. Duecento genitori e bambini in piazza

Secondo i manifestanti, la scuola cade a pezzi: «Ultimo piano totalmente inagibile per le infiltrazioni d’acqua. È, inoltre, inutilizzabile un’intera colonna di aule perché l’acqua è filtrata fino a piano terra. Il portone principale è interdetto per ragioni di sicurezza, l’ascensore funziona a intermittenza e la scuola è al centro dei lavori per la metropolitana che impediscono per lunghi periodi l’utilizzo del cortile». La manifestazione è stata organizzata da Comitato Genitori dell’istituto comprensivo di Certosa col sostegno del Comitato Liberi Cittadini di Certosa

«Nel luglio 2021 il Comune di Genova, confermava la necessità di procedere con i lavori di ripristino della copertura del tetto della Scuola Ariosto (IC Certosa) a causa delle forti infiltrazioni d’acqua. Da allora, la situazione della scuola è andata rapidamente degradando e a oggi fine 2022 non solo nessun lavoro è stato avviato, ma neppure previsto!!! – dicono i manifestanti -. L’ultimo piano è totalmente inagibile, l’acqua è scesa sino al primo piano, rendendo inutilizzabile anche una intera colonna di aule (in tutto 8 inagibili). Il controsoffitto dell’ultimo piano (lavori effettuati nel 2020 senza aver prima ripristinato le coperture del tetto) cade ovunque a pezzi e il senso di abbandono è lampante. Il portone principale della scuola è stato interdetto a seguito di un intervento dei vigili del fuoco. L’ascensore funziona a intermittenza e la scuola si trova al centro del cantiere per il prolungamento della metropolitana, che impegna il cortile impedendone per lunghissimi periodi l’utilizzo».

«La nostra scuola per tutto quello che ha vissuto e sta vivendo in questi anni, dovrebbe essere al centro dei pensieri dell’Amministrazione comunale, eppure i lavori non solo non sono mai partiti, ma pare non siano neppure stati previsti nel 2021-2022. Moltissime sono state le richieste e i solleciti inviati dalla Scuola e dal Comitato Genitori, ma non abbiamo mai avuto risposte. Basta…!!! La scuola non può più aspettare».

I manifestanti chiedono al Comune di Genova: «di trovare immediatamente la copertura finanziaria per i lavori; di avviare rapidamente i lavori per ripristinare e mettere in sicurezza la scuola – i bambini – ed il personale scolastico tutto; di rimuovere le barriere architettoniche restituendo al quartiere una scuola bellissima e molto amata».

«Sono con duecento mamme e bambine e bambini che chiedono interventi urgenti per la Scuola Ariosto a Certosa – Commenta la consigliera comunale Pd Cristina Lodi -. Mi riferiscono che l’assessore tutto piccato dice che i lavori verrano fatti nel 2024… peccato che dovevano essere fatti nel 2021 poi nel 2022 e poiché non sono stati fatti la scuola ha visto allargarsi nuove aule. E nel 2023 cosa faranno?».

Foto: pagina Facebook di Cristina Lodi

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: