carcere di marassiCronaca 

Al carcere di Marassi riprende la protesta delle pentole contro sovraffollamento

Stoviglie e pentole contro le grate, ieri sera e questa mattina. I detenuti denunciano condizioni di invivibilità. I posti previsti nella casa circondariale sono 456, ma le persone ristrette sono ben 710, 254 in più

Nel quartiere risuona da ieri sera il rumore delle pentole e delle stoviglie sbattute contro le grate del carcere dai detenuti. La situazione viene denunciata da tempo non solo dalle organizzazioni che tutelano la dignità delle persone che stanno scontando pene nell’istituto carcerario genovese, mentre i sindacati dei lavoratori che operano nella casa circondariale genovese criticano le condizioni in cui essi sono costretti a fare il loro lavoro. L’ultima protesta è arrivata dalla Fp Cgil che ha stigmatizzato «Inasalubri e indecorose condizioni di servizio».

Oggi i detenuti, con la loro rumorosa protesta, chiedono anche più telefonate e videochiamate, sostenendo che gli erano state promesse.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: