Cronaca 

Si registrano in hotel, ma devono scontare pene e finiscono a Marassi

In un solo giorno due casi in un albergo del centro storico e in uno di Voltri: la legge sull’immediata registrazione degli ospiti, risalente agli anni di piombo, continua a garantire di assicurare alla Giustizia i malviventi

La Polizia di Stato di Genova ha eseguito, nella giornata di ieri, due catture, una per un ordine di carcerazione ed una per un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ai danni, rispettivamente di un 56enne e di un 36enne.

Entrambi i soggetti sono stati “pizzicati” tramite il servizio alloggiati; nello specifico il 56enne è stato trovato all’interno di un albergo di via Prè dove gli agenti di una volante dell’UPGSP lo hanno tratto in arrestato a seguito di un ordine di cattura emesso dalla Procura della Repubblica di Genova. Per lui cambio di stanza, dovrà soggiornare presso il carcere di Marassi per 8 mesi.

Nel secondo intervento gli agenti di una volante dell’UPGSP hanno rintracciato il 36enne presso un albergo di via Don Giovanni Verità notificandogli l’ordine di custodia cautelare in carcere. Anche per il più giovane, tratto in arresto, cambio di programma, dalle lenzuola dell’albergo a quelle di Marassi.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: