Comunali 2022 

Insulti sessisti e fuoco amico per la consigliera Pd ricandidata in Municipio Media Valbisagno

Claudia Benassi, consigliera Dem nel ciclo amministrativo ormai agli sgoccioli e ricandidata sempre per il Municipio, sempre nella stessa lista, è il soggetto di una serie di scritte, alcune delle quali realizzate anche con uno stancil. Oltre alle scritte sessiste, ce n’è una che fa intravedere una possibile matrice “interna” della campagna denigratoria

[continua sotto]

«Claudia Benassi via dal Pd». È questa la scritta che fa pensare che anche gli insulti di altre scritte siano “fuoco amico”. Invece, la scritta sessista, che noi abbiamo deciso di coprire per non veicolare anche se condannandolo il messaggio, è la più classica e disgustosa delle ingiurie, mai usata per gli uomini, che possono essere definiti ladri, stupidi o in malafede, ma mai prostituti, anche quando l’esercizio della professione più antica del mondo nulla c’entra con l’argomento, che in questo caso è squisitamente elettorale e politico. Nemmeno di prostituzione ideologica si può accusare la consigliera, che, in un’epoca di “saltafossi” per arrembaggio al carro del vincitore, è rimasta nello stesso partito in cui si era candidata 5 anni fa.

Le scritte sono state realizzate sul sentiero dell’Acquedotto storico.

Il presidente uscente del Municipio Media Valbisagno Roberto D’Avolio -, anche lui ricandidato, parla di «Un gesto vile, ingiurioso e sessista».

«Cara Claudia Benassi, non ti curar di lor, ma guarda e passa – prosegue D’Avolio -. La tua forza e determinazione sono insuperabili, così come la tua voglia di metterti in gioco per il territorio. Sono sicuro che nn hai bisogno di solidarietà per il gesto di uno stupido, sei già andata oltre… Vamos!!!».

Solidarietà alla consigliera-candidata arriva anche da donne e uomini del partito.

Solidarietà anche a dal consigliere regionale della Lega Alessio Piana che in una nota, scrive: «Scritte ingiuriose e sessiste. Un gesto vile che ha colpito ancora una volta una donna, candidata alle prossime elezioni amministrative genovesi. Solidarietà al consigliere del Municipio IV Media Val Bisagno Claudia Benassi (Pd) e ferma condanna per gli insulti che ha ricevuto. Coloro che attaccano le donne vanno identificati, isolati e puniti. Basta odio. Gesti del genere sono inaccettabili. Occorre che tutti gli esponenti della politica condannino pubblicamente ogni episodio di violenza, anche verbale, prendendo la distanze da questi odiatori».

Un altro messaggio di solidarietà arriva dalla Lista Toti per Bucci, assieme alla «condanna degli insulti sessisti». Ecco il testo della nota: «Senza se e senza ma, ancora una volta, la Lista Toti per Bucci si schiera al fianco di una candidata – in questo caso Claudia Benassi del Pd – raggiunta da insulti sessisti vergati da una mano codarda, ignorante e anonima. La politica deve reagire compatta e senza distinzione di colori e ideologie ogni qualvolta c’è qualcuno che utilizza termini e metodi inaccettabili. Noi ci siamo, in prima fila».

In copertina: Claudia Benassi con il candidato sindaco del centrosinistra Ariel Dello Strologo e una delle scritte

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: