Cultura Senza categoria 

A quarant’anni dalla sua nascita, il “Fondo Montale” di Unige diventa una mostra, curata dal Sistema Bibliotecario di Ateneo

La raccolta fu donata nel 1982 dalla nipote di Eugenio Montale, Bianca, all’allora Centro studi Mario Novaro sulla letteratura del Novecento, presso l’Istituto Italiano della Facoltà di Magistero dell’Università di Genova. Solo dai primi anni 2000 il fondo è conservato presso la Biblioteca del Dipartimento di Scienze della formazione – DISFOR e disponibile alla consultazione

La mostra

Palazzo Balbi Cattaneo, nei locali della Biblioteca della Scuola di Scienze Umanistiche dell’Università di Genova, ospita una mostra sul “Fondo Montale“, una raccolta di volumi e riviste appartenuti a Montale nel suo periodo di formazione genovese composta da circa cinquanta volumi e centocinquanta numeri di riviste letterarie pubblicate tra gli anni Dieci e gli anni Venti del secolo scorso.

La raccolta fu donata nel 1982 dalla nipote di Eugenio Montale, Bianca, all’allora Centro studi Mario Novaro sulla letteratura del Novecento, presso l’Istituto Italiano della Facoltà di Magistero dell’Università di Genova. Solo dai primi anni 2000 il fondo è conservato presso la Biblioteca del Dipartimento di Scienze della formazione – DISFOR e disponibile alla consultazione.

A quarant’anni dalla sua nascita, il “Fondo Montale” dell’Università di Genova diventa una mostra, curata dal Sistema Bibliotecario di Ateneo.

L’esposizione sarà aperta, con ingresso libero, a partire dal 26 maggio e fino al 17 giugno 2022, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17 presso il I piano di Palazzo Balbi Cattaneo, a Genova. 

L’evento di inaugurazione

Alla presenza di Bianca Montale, giovedì 26 maggio 2022, alle ore 17, la mostra sul “Fondo Montale” verrà inaugurata presso la terrazza di via Balbi 2 al secondo piano (in caso di maltempo l’evento verrà spostato nell’atrio di Palazzo Balbi Senarega, in via Balbi 4).

La prorettrice vicaria Nicoletta Dacrema porterà i saluti del Rettore Federico Delfino mentre il preside della Scuola di Scienze Umanistiche, Raffaele Mellace, introdurrà gli interventi di Andrea Aveto e Stefano Verdino, curatori della mostra e del catalogo GUP a essa dedicato.

Il catalogo GUP

In occasione dell’inaugurazione della mostra bibliografica, GUP – Genova University Press, la casa editrice dell’Università di Genova, presenta il catalogo “Libri e riviste del Fondo Eugenio Montale dell’Università di Genova” (disponibile nelle versioni e-book e a stampa su sito GUP).

Andrea Aveto e Stefano Verdino, curatori della mostra e docenti del Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo – DIRAAS dell’Università di Genova, hanno raccolto nel catalogo, realizzato in collaborazione con GUP, una selezione di copertine, frontespizi e pagine con dediche o annotazioni d’autore, dei circa cinquanta libri conservati nel fondo. Il volume presenta inoltre le copertine di tutte le testate delle riviste italiane e straniere che appartenevano al poeta.

«Realizzare questa mostra e il relativo catalogo ha significato far conoscere i libri e le riviste sui quali si è formato Eugenio Montale, – racconta Andrea Aveto – entrare nel laboratorio delle letture dell’autore che hanno anticipato la composizione di “Ossi di seppia“. La raccolta esposta risale infatti al periodo della formazione giovanile del poeta fino al momento del suo trasferimento a Firenze».

Andrea Aveto (Genova 1977) insegna Letteratura italiana contemporanea all’Università di Genova. Si è occupato di autori e riviste del Novecento, con particolare attenzione ai rapporti tra letteratura e giornalismo. Fa parte della redazione di Quaderni montaliani.

Stefano Verdino (Genova 1953) è direttore di “Nuova Corrente”. Si è occupato di poesia contemporanea, di autori del primo Ottocento e di Torquato Tasso. Ha curato per I Meridiani “L’opera poetica” di Mario Luzi (1998) e per Aragno “La buona causa. Storie e voci della reazione in Italia” (2017).

26 maggio 2022

Inaugurazione della mostra e presentazione del catalogo alle ore 17 sulla terrazza di via Balbi 2, al secondo piano. In caso di maltempo l’evento verrà spostato nell’atrio di Palazzo Balbi Senarega, in via Balbi 4.

La mostra sarà visitabile dal 26 maggio al 17 giugno 2022, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17 presso il I piano di Palazzo Balbi Cattaneo, a Genova. 

Si ricorda che all’interno degli edifici universitari è obbligatorio indossare la mascherina.
Promotore: Università di Genova, GUP Genova University Press

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: