Oggi a Genova 

Il derby dei vandali, i tifosi di Genoa e Samp riempiono di scritte i palazzi città

La scorribanda in centro dei tifosi della Sampdoria nel giorno in cui si è avuta la certezza matematica della retrocessione, quella dei genoani ieri, durante la “festa”: lo stesso risultato. Scritte, graffiti, insulti, sfottò su palazzi pubblici e privati

Le foto relative ai vandalismi dei sampdoriani ce li ha inviate un tifoso della stessa squadra, infastidito dall’ipotesi di poter essere accomunato ai vandali della sua stessa “fede”

Nelle scritte fatte ieri dai genoani aggregati al corteo c’è di più del vandalismo: slogan sessisti contro le tifose della Sampdoria e insulti alla Polizia locale e alla Digos. Le scritte sono comparse persino sui tronchi degli alberi, il palazzo dell’Anagrafe di corso Torino è completamente ricoperto di scritte.

Tutto il lavoro di ripulitura sarà pagato, alla fine, da ogni cittadino genovese, che sia genoano, sampdoriano, tifoso di altre squadre o “agnostico”. Un “debito” per la collettività di cui proprio non si sentiva il bisogno. Sono stati vandalizzati marmi, pietre, palazzi dipinti, vetrine, persino una cabina telefonica.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: