Claudio Montaldo si candida sindaco di Ceranesi. La sua lista si chiama “Una storia in Comune”

L’ex vicesindaco di Genova e assessore alla Sanità in Regione per due mandati: «Diversi amici – racconta Montaldo – mi hanno chiesto di candidarmi a sindaco di Ceranesi alle elezioni comunali del prossimo 12 giugno. Da sette anni avevo concluso il mio impegno in Regione e non prevedevo nulla di tutto questo. Ci ho pensato a lungo e ho deciso di accogliere la proposta. Lo faccio con piacere ed entusiasmo, ritornando nel comune dove ho trascorso lunghi anni con la mia famiglia e dove conservo conoscenze e amicizie per me importanti»

Claudio Montaldo si candida sindaco di Ceranesi, presentate le persone in lista civica e il simbolo
“Una storia in Comune – Montaldo sindaco” propone una maggiore incisività nell’azione amministrativa e un costante dialogo coi cittadini.

Oggi la presentazione del simbolo e dei candidati in località Santa Marta (via Bartolomeo Parodi 30D). La grafica riprende alcuni elementi che contraddistinguono Ceranesi: la montagna, il cielo azzurro, il ponte ferroviario, che ha anche un significato di connessione, di apertura, i monti e le api dello stemma comunale.

Lo spirito è sempre quello che ha caratterizzato l’impegno politico di Montaldo: mettersi a disposizione della comunità per affrontare e contribuire a risolvere i molti problemi che affliggono gli abitanti di Ceranesi: «Negli ultimi decenni – ricorda Montaldo – gli impegni, prima nel Comune di Genova, poi in Regione Liguria, li ho affrontati avendo ben presente il significato di governo della “cosa pubblica”, un faro per la mia azione amministrativa e politica e Ceranesi ha bisogno di azioni incisive in diversi campi. Sul territorio comunale le competenze sono divise tra varie istituzioni, ma nulla mi impedirà di far sentire in ogni modo la voce di una cittadinanza sacrificata. Questo vale per il ripristino dei collegamenti viari e la gestione di cantieri. Il nostro Comune ha bisogno di recuperare la capacità di manutenzione dei servizi e degli spazi pubblici, dalle strade ai cimiteri, alle scuole».

Secondo il candidato sindaco la priorità ambientale per Ceranesi è tutelare un territorio tormentato da frane e smottamenti. La priorità economica: aiutare la crescita delle attività, tutte duramente colpite dalla pandemia. La priorità sociale: stare vicino a quanti, in tempi di crisi, vivono in condizioni di difficoltà e solitudine, gli anziani e i ragazzi, e ripristinare spazi e momenti aggregativi a fianco alla scuola e promuovendo lo sport.

Un forte cambiamento deve riguardare soprattutto il Comune, l’istituzione: «Deve essere la casa aperta di tutti i cittadini, dove si deve trovare ascolto per problemi grandi o piccoli, con la fiducia che gli amministratori, e in primo luogo il sindaco, metteranno tutto il loro impegno per affrontarli. Il Comune deve dotarsi di una forte struttura capace di rispondere ai bisogni e collaborare alla pari con gli altri Enti».
Montaldo ha chiesto a quanti fanno parte di questo progetto impegno, umiltà e disponibilità. E di mettere il cittadino davanti a tutto.

Per scrivere al candidato sindaco e diventare parte attiva nel programma è stata aperta una email: montaldosindaco@gmail.com

Biografia di Claudio Montaldo
Nato a Genova il 3 ottobre 1950. Sposato, ha un figlio. Consigliere comunale a Genova dal 1985, è stato vicesindaco dal dicembre 1996 al maggio 2002 e, fino alla sua elezione in Regione, assessore a Opere e Lavori Pubblici, Metropolitana, Politiche del Lavoro, Commercio, Tutela del Consumatore. Segretario genovese dei Ds dal 1990, e poi regionale dal 1995, ha fatto parte della direzione nazionale del partito.
Consigliere regionale dal 2005 al 2015, è stato nei due mandati assessore alla Salute, unico nella storia della Regione Liguria a essere stato riconfermato.
Attualmente è presidente del consiglio di indirizzo della Fondazione Diesse.

I candidati nella lista “Una storia in Comune – Montaldo sindaco”

Andrea Barabino
45 anni, tecnico informatico, dirigente Valponte, guida ambientale escursionistica;

Aldo Campora
46 anni, operaio Ansaldo

Antonella Cavanna
57 anni, insegnante di scuola dell’infanzia

Filippo Fiorani
21 anni, studente universitario, libero professionista, mountain biker

Camilla Parodi
28 anni, laureata in Scienze ambientali

Carlo Rebora
62 anni, tecnico Amiu

Maria Teresa Rossi
53 anni, casalinga

Pietro Strada
47 anni, responsabile casa famiglia Papa Giovanni XXIII

Fulvio Tassistro
63 anni, pensionato

Laura Tassistro
45 anni, operatrice sociosanitaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: