L’asilo comunale “Arcobaleno” di Borzoli non chiude e si rifà il look

L’assessore comunale alla Scuola Barbara Grosso rassicura i genitori smentendo le voci che erano girate nei giorni scorsi: «Sarà, come tutto il plesso scolastico, oggetto di lavori di recupero e adeguamento edilizio grazie ai fondi del Pnrr. Puntiamo a farlo diventare una scuola modello»

La voce aveva girata nei giorni scorsi, nata a seguito delle risposte, definite “vaghe” alle domande dei genitori da parte della direzione didattica (che non sapeva cosa si stesse preparando a Tursi con i fondi del Pnrr), alimentata dalle malelingue che per soffiare sul fuoco avevano addirittura favoleggiato di un accorpamento con la scuola dell’infanzia statale nello stesso plesso, l’Istituto comprensivo Borzoli, dove si trova anche l’asilo nido comunale Girotondo. Ovviamente sul tema si sono precipitati sia l’opposizione (due le interpellanze previste per domani in consiglio comunale: quella di Cristina Lodi che è ormai una habitué delle polemiche a qualsiasi costo verso l’assessore Grosso e quella di MariaJose Bruccoleri di Italia Viva) sia il “fuoco amico” (Maurizio Amorfini, consigliere della Lega). Ciliegina sulla torta, il fatto che le iscrizioni, rispetto a quelle delle altre scuole comunali, siano state posticipate di qualche giorno per capire qual era la fattibilità del progetto di ristrutturazione legato al Pnrr. La circostanza aveva fatto pensare ai genitori che davvero la scuola materna potesse chiudere. Invece le iscrizioni sono state aperte oggi e rimarranno aperte fino al 28 gennaio. Anche il Municipio aveva protestato alla notizia (falsa) della chiusura della scuola.

Tanto rumore per nulla, insomma. Quali lavori dovranno essere eseguiti? «La messa in sicurezza dei locali – spiega Grosso, oltre alla verifica dell’adeguamento alle leggi anti sismiche modificate da non molto e la rifunzionalizzazione dell’edificio come polo scolastico di eccellenza sia per la scuola materna sia per l’asilo nido, destinati a diventare un polo didattico all’avanguardia».

Mezz’ora dopo la pubblicazione di questo articolo è arrivato un comunicato ufficiale del Comune che conferma quanto scritto e che pubblichiamo qui sotto.

L’asilo Arcobaleno non chiude. Anzi si rinnova

«La notizia della chiusura della scuola dell’infanzia Arcobaleno, riportata oggi dalla stampa cittadina, non corrisponde a realtà – precisa l’assessore alle Politiche dell’istruzione Barbara Grosso – Mi sento quindi di rassicurare i genitori che hanno scelto questa scuola per i loro bambini: Arcobaleno mantiene aperte le iscrizioni per il prossimo anno scolastico. Pertanto, fino al 28 febbraio, avete la possibilità di effettuare l’iscrizione online per il 2022/2023. Il fatto che Arcobaleno non sia stato inserito tra le sedi scolastiche immediatamente disponibili – continua Grosso – è dovuto ai lavori di riqualificazione funzionale e di messa in sicurezza, che partiranno entro breve nella struttura. Questo intervento, che riguarderà sia gli spazi dell’asilo nido (0/3 anni) sia quelli della scuola d’infanzia (3/6 anni), recupererà l’edificio trasformandolo in un complesso scolastico moderno ed efficiente, un nuovo polo per l’infanzia che possa accogliere un maggior numero di bambini, in una continuità educativa nido/scuola infanzia. Con la messa in cantiere di queste opere – conclude l’assessore –  il Comune di Genova conferma l’attenzione agli edifici per le funzioni educative che insistono sui territori, in un’ottica di sviluppo degli stessi, come avviene in questo caso per l’area di Borzoli».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: