Sindacale 

Pnrr, Toti assicura alla Cisl una gestione “contrattata”. Il sindacato chiede anche il taglio all’Irpef regionale

La richiesta è quella della riduzione delle tasse regionali per aiutare lavoratori e pensionati. Su questo, il presidente della Regione risponde: «La fiscalità degli Enti locali è vincolata da un bilancio che non ci consente deficit per spesa corrente, ma per quello che è possibile aiuteremo chi è rimasto più indietro». Maestripieri: «Operazione necessaria per rilanciare i consumi»

«Con i sindacati e con tutte le associazioni territoriali apriremo un tavolo di lavoro per far trovare pronta la Liguria in vista delle molte sfide che arriveranno con il Pnrr, ma anche sulla riprogrammazione dei fondi europei su cui stiamo per firmare l’accordo di partenariato con l’Unione Europea. La nostra regione crescerà di molti punti percentuali, dobbiamo sfruttare al meglio il momento e per questo c’è bisogno della condivisione di tutti. Con i sindacati, attraverso un protocollo d’intesa prima della sessione di bilancio che andrà in consiglio a fine novembre, ci troveremo come chiesto ieri mattina da Cisl Liguria anche per mettere sul tavolo idee e proposte per aiutare le fasce più deboli e quelle che hanno sofferto di più durante il Covid. La fiscalità degli Enti locali è vincolata da un bilancio che non ci consente deficit per spesa corrente, ma per quello che è possibile aiuteremo chi è rimasto più indietro». Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti a margine del convegno “La Liguria da rigenerare con infrastrutture sostenibili” organizzato da Cisl Liguria e Filca Liguria alla Sala Auditorium dell’Acquario di Genova.

«Abbiamo sollecitato la Regione facendo delle proposte concrete – dice Luca Maestripieri, segretario generale di Cisl Liguria -. Abbiamo chiesto un confronto immediato e permanente sul Pnrr e l’alleggerimento delle tasse per lavoratori e pensionati anche per quanto riguarda l’Irpef regionale, operazione necessaria per rilanciare i consumi. Sul Pnrr, rivendichiamo il ruolo di protagonisti perché i lavoratori, i cittadini, devono poter vedere i vantaggi di questa operazione in termini di crescita non solo economica, ma anche occupazionale e sociale».
«Oggi il presidente della Regione ha accettato immediatamente queste proposte concrete e lo ringraziamo – conclude Maestripieri -. Ne prendiamo atto positivamente, sottolineando che non diamo deleghe in bianco a nessuno e che il ruolo da protagonista del sindacato è una garanzia per lavoratori e cittadini».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: