All’Albergo dei Poveri 23 dipinti degli studenti dell’accademia di Il’jà Glazunov

Dal 22 ottobre al 4 dicembre, negli spazi recentemente ristrutturati grazie alle sovvenzioni di Regione Liguria e ASP Emanuele Brignole, sarà possibile apprezzare una collezione di ben 23 dipinti realizzati nell’arco di un ventennio (dal 1999 al 2019) dagli studenti dei corsi dell’accademia di Il’jà Glazunov, artista russo che tanto si è adoperato per riportare la scuola d’Arte di Mosca agli antichi fasti dell’Ottocento e dei primi anni Venti del Novecento

È stata presentata oggi in Sala della Trasparenza di Regione Liguria la mostra “Incanti Russi” dedicata a giovani autori dell’Accademia Glazunov di Belle Arti di Mosca con il patrocinio del Consolato Russo, di Regione Liguria e del Comune di Genova.

«Questa è un’importante iniziativa di scambio culturale in senso pieno – dichiara l’assessore alla Cultura Ilaria Cavo – Ringrazio la console generale della Federazione Russa per questi percorsi comuni che stiamo facendo nel mondo della cultura. E’ già capitato con il teatro ed è bello poter presentare un evento importante legato all’arte e legato ad una struttura come quella dell’Albergo dei Poveri che torna ad aprirsi. Questa mostra ci aiuta a comprendere il grande valore culturale di questo luogo».

«È una mostra che fa ripartire l’Albergo dei Poveri anche dal punto di vista turistico – afferma l’assessore allo Sviluppo Economico Turistico del Comune di Genova Laura Gaggero – Noi siamo molto legati alla Russia, stiamo lavorando per far ripartire i flussi turistici dopo la pandemia e per riportare l’attenzione del pubblico russo su Genova. Eventi come questo portano in questa direzione».

«Noi abbiamo capito che qua a Genova c’è un grandissimo interesse verso la cultura, la storia, le tradizioni della Federazione Russa – afferma il Console Generale Federazione Russa Maria Vedrinskaja – Non appena ci è stato proposto un evento culturale abbiamo pensato a Genova e abbiamo trovato questa bellissima location. Questa mostra consentirà di approfondire il rapporto storico tra la Russia e Genova».

«È la prima grande importante occasione di apertura al pubblico dopo anni di chiusura e restauro – sottolinea il Sovrintendente dell’Albergo dei Poveri Annamaria De Marini -. È una mostra internazionale in collaborazione con il consolato, ha un sapore particolare, quello di aprirci a Genova e al mondo. Con la mostra di oggi si apre un capitolo importante, anche le mostre devono far parte del nostro futuro. Importante il sostegno della Regione e del Comune».

«È un nuovo inizio dopo la pandemia – sottolinea il Commissario straordinario Azienda Pubblica Servizi alla Persona Emanuele Brignole Marco Sinesi – rilanciamo questa pregevole struttura che deve essere sempre più a disposizione della città grazie anche a grandi interventi dal restauro dell’Oratorio degli uomini al restauro di Valletta Carbonara».

La mostra, a ingresso libero, sarà aperta al pubblico da venerdì 22 ottobre a sabato 4 dicembre solo su prenotazione al numero telefonico 328-8603901
Necessario green pass

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: