Regione, la commissione dà il via libera alla legge sull’ordinamento professionale delle guide alpine

Il presidente Alessio Piana: « La modifica della norma lascia quindi al professionista di primo livello la possibilità di esercitare l’attività in un ambito più ristretto, ma in forte espansione, o di approcciarsi, con ulteriore periodo di affinamento delle capacità personali, all’acquisizione del secondo livello professionale consentendogli l’intera gamma delle competenze»

 «La III commissione regionale Attività produttive, Formazione e Lavoro – dice il presidente della commissione Alessio Piana (Lega), primo firmatario della proposta di legge – ha dato il via libera alla nuova proposta di legge, presentata dalla Lega, sull’ordinamento della professione di guida alpina in Liguria, che va a modificare la normativa regionale del 2012. Con questo provvedimento si provvede a istituire la suddivisione in aspiranti guide alpine di primo e di secondo livello. Inoltre, viene istituito l’elenco speciale degli accompagnatori di media montagna. Una figura che riguarda escursionismo, trekking, viaggi scientifici e culturali nei quali non vi è necessità di attrezzatura alpinistica, ma di un solido bagaglio culturale in materia di sicurezza, gestione dei rischi, cura del cliente oltre alle materie legate all’ambiente montano. Una concreta risposta, richiesta dal settore, alla sempre più crescente domanda di “attività outdoor esperienziale” nelle nostre località turistiche. La modifica della norma lascia quindi al professionista di primo livello la possibilità di esercitare l’attività in un ambito più ristretto, ma in forte espansione, o di approcciarsi, con ulteriore periodo di affinamento delle capacità personali, all’acquisizione del secondo livello professionale consentendogli l’intera gamma delle competenze».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: