Toti: «Liguria incidenza da zona bianca, ma sta crescendo nell’Imperiese per il turismo»

L’incidenza media consolidata degli ultimi 7 giorni è di 64 casi ogni 100mila abitanti a livello regionale (soglia di 150 casi per il passaggio automatico in zona gialla) con 136 casi nell’Imperiese) anche a causa della vicinanza con la Francia, 61 nello Spezzino, 44 nel Savonese e 40 nell’area genovese. I tassi di occupazione dei posti letto sono del 3% per le terapie intensive (soglia del 10%) e del 7% nell’area medica (soglia del 15%)

«L’incidenza sta crescendo nel ponente – spiega il presidente della Regione e assessore alla Sanità Giovanni Toti – dove è superiore rispetto al resto della regione e stanno aumentando anche i ricoveri. Questo dipende dalla vicinanza con la Francia e dall’effetto dei turisti: la Liguria in questo momento, secondo i dati di Liguria Digitale, ha il 30% di abitanti in più legati proprio ai flussi turistici ma io credo anche qualcosa in più rispetto al resto dell’anno. Questo è certamente un bene per il turismo perché quest’anno la Liguria guida tutte le classifiche nazionali ma determina una situazione da monitorare con grande attenzione per quanto riguarda la circolazione del virus».

«Il 74,31% dei liguri (popolazione target over12) ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino anti Covid-19, il 60% è immunizzato con la doppia dose: un risultato importante, raggiunto grazie alla nostra sanità che ringrazio per il lavoro incessante da un anno e mezzo a questa parte – prosegue Toti -. Vorrei anche rassicurare tutti, cittadini e turisti, sul fatto che siamo in zona bianca e rimarremo stabilmente in zona bianca: tutti gli indicatori, dall’incidenza alle ospedalizzazioni, sono sotto i livelli di guardia indicati a livello nazionale per il passaggio di zona. Il mio augurio è quindi di trascorrere un buon ferragosto di responsabilità, di divertimento e, per chi non l’ha ancora fatto, di vaccinazione».


«In questi giorni – prosegue Toti – si può continuare a vaccinarsi: domani mattina partiremo con la vaccinazione senza prenotazione dei ragazzi più giovani tra 12 e 17 anni all’hub di San Benigno a Genova e anche all’hub ex Fitram della Spezia. La loro vaccinazione è importante per mandarli tutti a scuola sicuri e in presenza e tornare a fare la vita che abbiamo loro negato nell’ultimo anno e mezzo».

In particolare, domani, sabato 14 agosto, in Asl3 è previsto il primo open day dedicato ai minorenni tra 12 e 17 anni, che potranno recarsi dalle 8 alle 12 all’hub di San Benigno senza prenotazione, purché accompagnati da un genitore e con il consenso firmato da entrambi. Anche in Asl5 domani i ragazzi più giovani tra 12 e 17 anni potranno vaccinarsi tra le 8 e le 12 senza prenotazione all’hub ex Fitram della Spezia. Domenica 15 invece, Asl2 organizza due open night (dalle 20 alle 22) dedicate a questa fascia di popolazione all’hub Alassio Salute e al Palacrociere di Savona. Per quanto riguarda il resto della popolazione, in aggiunta all’apertura dei centri vaccinali prevista domani, sabato 14 agosto, per la somministrazione dei vaccini alle persone prenotate, sono previsti Open day e Open night anche la domenica di Ferragosto: in Asl1 all’hub di Arma di Taggia (dalle 9 alle 12); in Asl2 dalle 20 alle 23 presso gli hub di Cairo Montenotte, al Palacrociere di Savona e all’hub Alassio Salute; in Asl4 dalle 19 alle 22 all’hub di Chiavari. Nelle prossime settimane, inoltre, su tutto il territorio si svolgeranno altre iniziative per le vaccinazioni ad accesso libero senza prenotazione il 18, 20, 23, 25 e 27 agosto.


«Lavoriamo senza sosta, sia su prenotazione sia ad accesso libero – ricorda il Presidente – per consentire a chiunque voglia di vaccinarsi in modo facile e veloce. Per questo ringrazio tutti gli uomini e le donne sanità ligure che stanno lavorando indefessamente da un anno e mezzo e anche questo Ferragosto sono in prima linea. Ringrazio anche gli amici delle farmacie, che sono arrivati a somministrare, da fine marzo ad oggi, 100mila dosi di vaccino ed entro settembre ne faranno altre 100mila dosi: siamo stati i primi in Italia a coinvolgerli in questa battaglia e saranno al nostro fianco anche per le vaccinazioni antinfluenzali perché è giusto che le farmacie facciano parte del sistema sanitario regionale. Credo che la collaborazione di tutti in una grande pandemia come questa – conclude – sia la chiave per riuscire a superare l’emergenza».


Confermate e in alcuni casi aumentate consegne di vaccini previste nei prossimi giorni: entro fine agosto arriveranno in Liguria 385.280 dosi di vaccino (273.780 dosi di Pfizer; 101.500 dosi di Moderna con 7500 dosi in più rispetto a quanto preventivato e 10mila dosi di Astrazeneca, espressamente richieste da Alisa per le seconde dosi agli over60).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: