Ragazza adesca minori sui canali Telegram

La Polizia Postale di Genova ha trovato nel cellulare della ventenne le immagini pornografiche che si scambiava coi ragazzini anche via Whatsapp

Dietro a tutto c’è una storia di devianza sessuale, non di adescamento a scopo di estorsione come talvolta accade. La giovane, trovati i minori su Telegram proponeva lo scambio dei numeri di telefono per passare su Whatsapp e lì spedire loro materiale pornografico (sue foto) e chiedere in cambio le loro foto. Sulle chat, con i ragazzini intratteneva anche conversazione a scopo sessuale. Alla donna, una ligure che risiede a Sanremo, gli investigatori sono arrivati attraverso la denuncia di un dodicenne giunta alla Procura della Repubblica di Trento che ha delegato le indagini alla Polizia Postale di Bolzano. Una volta scoperto che la ragazza risiedeva in Liguria, sono entrate in campo la Postale di Imperia e di Genova. La giovane donna è stata denunciata per adescamento attraverso sistemi telematici.

In copertina: foto d’archivio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: