Campora: “L’ascensore Scassi sarà riattivato a febbraio”

<Il Comune è in attesa del verbale dell’Ustif che dovrebbe arrivare entro fine gennaio> ha detto l’assessore rispondendo a un’interpellanza di Luca Pirondini M5S

Inaugurato nel dicembre 2016 dall’Amministrazione Doria, si è fermato quasi subito ed è stato riavviato (ogni volta con inaugurazione ufficiale) un paio di volte dall’Amministrazione Bucci quando assessore ai trasporti era Stefano Balleari, ma senza che l’impianto riuscisse poi a stare in servizio che per pochi giorni prima di fermarsi di nuovo.
<È un’eredità pesante ricevuta dalla precedente amministrazione> ha detto Matteo Campora, assessore ai Trasporti dal settembre 2019. Luca Pirondini gli ha poi ricordato che nemmeno il suo predecessore e suo compagno di giunta è mai riuscito a far riavviare l’impianto.
<Nel gennaio 2020, appena mi sono insediato – ha detto Campora – ho convocato una riunione con la Mobilità, tutte le imprese coinvolte e l’ingegnere collaudatore che ha indicato tutte le prescrizioni>, cioè le attività da mettere a carico delle imprese di competenza che avevano partecipato alla costruzione dell’infelice ascensore. <Le opere sono state iniziate e hanno tardato un po’ a causa del Covid, ma dal dicembre scorso l’ascensore è in fase pre esercizio>. Cioè funziona. Ma perché non è ancora aperto? Manca il via libera dell’Ustif, l’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi, organo periferico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
<L’intervento dell’Ustif c’è stato e deve essere validato dalla sede di Torino – ha spiegato l’assessore nel corso del Consiglio Comunale – Quando arriverà il documento, e noi ce lo aspettiamo a fine gennaio, saremo in grado di riavviare. Le imprese che che hanno fatto i lavori devono rispondere del mancato funzionamento: è stato richiesto loro di eseguire le opere presenti nel verbale redatte dal collaudatore. A febbraio dovremmo essere in grado di far ripartire l’impianto>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: