Agenti feriti, Viale: “Pronto a provvedimenti per tutelarli di più”

L’assessore alla Polizia locale non specifica, al momento, quali stia preparando. La reazione delle persone sanzionate, fermate o arrestate sta continuamente aumentando e accomuna a livello nazionale il personale della Polizia locale con quello della Polizia di Stato e con i militari dell’Arma dei Carabinieri, restando un problema irrisolto e, anzi, andando in continua escalation. Anche a causa dell’aggressività di certi cittadini social e delle dichiarazioni di certi politici, anche dello stesso partito di Viale

<Farò visita all’agente della polizia locale e ai suoi colleghi per esprimere la mia solidarietà e vicinanza e quella dell’intera Amministrazione per l’aggressione subita durante un controllo anti Covid – fa sapere l’assessore alla Sicurezza Giorgio Viale -. Purtroppo non è il primo caso, ma segue quello avvenuto qualche giorno fa a Sestri Ponente. I nostri agenti sono quotidianamente impegnati su tutto il territorio genovese nel difficile compito di prevenire e contrastare comportamenti che possano mettere a rischio la sicurezza dei nostri concittadini>.
Viale ringrazia <tutte le donne e gli uomini della Polizia locale per il prezioso lavoro che svolgono a tutela dei genovesi>. Si impegna, inoltre, a garantire < il massimo impegno nella valorizzazione della loro professionalità anche predisponendo, di concerto con gli agenti, eventuali provvedimenti che possano maggiormente tutelare le nostre donne e uomini in divisa>.

Certo è che il clima non aiuta e parte di questo clima è la falange degli utenti social che da tempo attacca la Polizia locale “colpevole” di portare avanti il proprio lavoro, in particolar modo per le sanzioni del codice della strada e per fare rispettare la legge, comprese le norme anti Covid. Anche alcuni esponenti dello stesso partito di Viale hanno criticato la polizia locale per le sanzioni Covid. Forse il modo migliore per garantire al personale del Corpo un ambiente più sereno è quello di pretendere dagli iscritti e, ancor più, dagli eletti che rispettino il lavoro dei cantuné. Quanto alle misure atte a tutelare meglio agenti (locali e statali) e militari, sono certamente di competenza del legislatore nazionale. Quello che il Comune deve garantire è la formazione, che già viene messa in atto e che certamente passata l’emergenza Coronavirus e assorbiti i molti nuovi assunti, il Comando incrementerà ulteriormente.

Solidarietà anche dal gruppo Pd in Comune: <Esprimiamo solidarietà e vicinanza all’agente di polizia municipale ferito a Genova da una persona nel corso di un controllo per il rispetto delle norme anti Covid e dell’obbligo di indossare la mascherina.Anche in questa difficile circostanza che ci troviamo ad affrontare, l’apporto della municipale è indispensabile per garantire la sicurezza di tutti>.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: