Soccorso in corsia di emergenza, nascondeva un manganello e un machete

Due agenti della Polstrada si sono fermati ad assisterlo, ma hanno visto nel suo bagagliaio l’arma lunga mezzo metro e il bastone, “souvenir” della Sardegna. Lo hanno così denunciato sequestrando gli oggetti atti a offendere

Portare aiuto agli automobilisti in panne è uno dei principali compiti della Polizia Stradale lungo le strade ed autostrade.

Questo hanno fatto i due agenti della Polizia Stradale  di Genova Sampierdarena che l’altro pomeriggio pattugliavano la A7 tra Genova e Serravalle.

Proprio nel tratto cittadino, tra i caselli di Bolzaneto e Genova Ovest, irto di curve ed avaro di spazi di emergenza, veniva notata in una piazzola di sosta una Nissan Almera con targa spagnola e le quattro frecce accese.

Doveroso a quel punto fermarsi e chiedere di cosa il conducente, un 46enne residente nell’entroterra genovese, potesse aver bisogno.

L’intervento di norma prevede anche un controllo in banca dati per verificare chi si ha di fronte, e la radio di bordo restituiva dei precedenti per lesioni ed atti osceni.

Nel mentre dal bagagliaio della vettura, quella in panne, saltavano fuori un manganello di legno massiccio  e soprattutto un pericoloso machete ben affilato, lungo mezzo metro.

Il porto di questi oggetti, non giustificato, è vietato ed è così che l’epilogo del soccorso pomeridiano avveniva tra le mura della Sottosezione Polizia Stradale di Sampierdarena dove questi oggetti venivano sequestrati. Più tardi il 46enne, denunciato per il fatto, riprendeva il suo cammino a bordo di un carro attrezzi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: