Serrata di Arcelor Mittal. Fiom, domani la rabbia dei lavoratori in piazza

Gli operai si incontreranno alle 7 davanti a portineria dell’azienda e si vedranno alle 8.30 in piazza Massena dove arriveranno anche i lavoratori delle altre fabbriche genovesi. Quindici i lavoratori sospesi dall’azienda per il blocco dei varchi

<Il blocco dei varchi di ingresso allo stabilimento di Cornigliano, in atto da ieri mattina per iniziativa di una organizzazione sindacale, impedisce la prosecuzione dell’attività produttiva in condizioni di economicità e sicurezza> scrive l’azienda in una nota, aggiungendo <risultano oggettivamente impossibili il trasporto e la consegna dei beni prodotti, il ricevimento dei beni necessari alla produzione e l’approvvigionamento dei beni indispensabili per garantire la sicurezza dei lavoratori e l’ambiente>.
Le sospensioni dei lavoratori sono firmate dal direttore delle risorse umane di Mittal Italia Arturo Ferrucci. Arcelor Mittal si riserva <ogni iniziativa per i gravissimi danni conseguenti a tale illegittima iniziativa (il blocco dei varchi n. d. r.), per la quale è già stata interessata l’autorità giudiziaria. Lo stato di fatto impone la cessazione di attività operative fino al ristabilimento della situazione di legalità e di normale funzionamento>.

<Stante l’illegittimo blocco fisico dei varchi di ingresso dello stabilimento che impediscono l’attività di trasporto e consegna dei beni prodotti, il ricevimento dei beni necessari alla produzione e l’approvvigionamento dei beni indispensabili a garantire la sicurezza dei lavoratori e l’ambiente, non potendosi eseguire l’attività produttiva in condizioni di economicità e sicurezza – si legge nella lettera – siamo nella condizioni di non poter ricevere la sua prestazione lavorativa>.

La manifestazione dei lavoratori Ilva e di quelli delle altre aziende genovesi proseguirà fino alla Prefettura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: