Pegli, polemiche per la panchina pubblica trasformata nel dehors di un bar

Reale concessione del Comune, iniziativa autonoma del gestore o scherzo sì un buontempone? Pare sia tutto vero e su Facebook, nel gruppo di quartiere, infuriano le polemiche

C’è chi critica aspramente la scelta (l’admin del gruppo “Sei di Pegli se” ha dovuto cancellare alcuni commenti un po’ forti) e chi la difende, chi ne fa una questione di principio e chi chiede tolleranza a favore delle imprese che hanno subito i danni della chiusura causata dal Covid.
Gli spazi gratuiti sono garantiti dal decreto del Presidente del Consiglio che, dopo aver consultato Anci, ha dato il via libera, sempre nel rispetto del Codice della Strada, legge nazionale. Qui, in via Ravecca (strada a cui hanno accesso solo i mezzi di soccorso), i tavolini hanno già bloccato un’ambulanza.

AGGIORNAMENTO: L’assessore del Municipio Matteo Frulio spiega che <Il parere del Municipio è contrario, come ribadito da lettera ufficiale spedita in data 13 giugno 2020 dal presidente Claudio Chiarotti, sentito il parere della Giunta, all’assessorato al Commercio del Comune di Genova a seguito di sua richiesta di parere>.
Nella sua lettera, il presidente Chiarotti ha scritto che <Pur comprendendo la possibilità che la Civica Amministrazione ha dato alle attività commerciali di richiedere spazi esterni in relazione alla fase emergenziale, si ritiene che gli stessi non debbano ledere l’interesse pubblico. Questi arredi urbani, infatti, sono storicamente abituale zona di ritrovo per le persone anziane e la loro conformazione testimonia il fatto che sono state appositamente create per accompagnare l’aiuola>.

Questo non è il caso della panchina di Pegli che, però, come ricordano alcuni cittadini, <viene usata regolarmente soprattutto da anziani>.

C’è già chi chiama i critici al boicottaggio del locale e chi suggerisce di aggiungere tavolini salvando capra e cavoli. Pare anche che il locale avesse chiesto di togliere le panchine per mettere, appunto, i tavolini.

La foto in copertina è quella apparsa sul gruppo di Pegli. Anche se è stata postata da un’altra persona, ci hanno riferito che l’originale è di Silvia Brocato, assessore municipale del Ponente a Scuola Cultura e Formazione, Biblioteche, Scuole Vespertine, Pari Opportunità e Politiche femminili

AGGIORNAMENTO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: