Coronavirus, in Prefettura il vertice per il traghetto fermo alle Riparazioni Navali

Le misure sanitarie necessarie per assicurare l’efficace contenimento della possibilità di contagio sono in corso di ulteriore definizione nell’ambito di un tavolo tecnico al momento in corso

Stamattina si è svolta in Prefettura una riunione per il coordinamento delle attività operative di emergenza conseguenti alla presenza nel porto di Genova, dalla serata di ieri 3 marzo, di una nave a bordo della quale è stata riscontrata la pregressa presenza di un soggetto già sbarcato in paese estero, dove a seguito di controlli, il 2 marzo scorso è risultato positivo al coronavirus.
Alla riunione hanno partecipato le autorità sanitarie regionali, l’autorità sanitaria del Ministero avente competenza in ambito portuale e le Forze di Polizia, chiamate ad assicurare supporto alle attività dei servizi sanitari.
<Sono state con immediatezza già avviate le consuete misure di autoisolamento dei soggetti presenti sulla nave che hanno avuto contatti diretti con la persona positiva al coronavirus – fanno sapere dalla Prefettura -. Le misure sanitarie necessarie per assicurare l’efficace contenimento della possibilità di contagio sono in corso di ulteriore definizione nell’ambito di un tavolo tecnico al momento in corso>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: