Disinfettante per le mani, ecco come deve essere quello obbligatorio nelle scuole

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del °1 marzo 2020, Alisa: <Ecco come deve essere il disinfettante che deve essere erogato da appositi distributori>

I distributori devono essere sistemati “nei servizi educativi per l’infanzia di cui al Decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle università, negli uffici delle restanti pubbliche amministrazioni, sono esposte presso gli ambienti aperti al pubblico, ovvero di maggiore affollamento e transito”.

Alisa ha chiarito le caratteristiche che devono avere i prodotti da utilizzare per la disinfezione della cute e delle superfici.
Le soluzioni idroalcoliche per il lavaggio mani: devono essere un presidio medico chirurgico contenenti la quantità minima di alcol del 60%.
I prodotti disinfettanti a base di cloro o alcol per le superfici devono contenere ipoclorito di sodio in percentuale dello 0,1% (corrispondente 1.000 ppm) ed essere presidi medico chirurgici.

Alisa raccomanda di non usare candeggina domestica né l’alcol denaturato al 95% perché non sono presidi medici chirurgici.

Alisa invita inoltre a leggere attentamente la composizione dei prodotti per un uso corretto, in particolare per il tempo di contatto con le superfici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: