Trovata orca morta sulle coste del Libano, potrebbe essere una delle 4 “genovesi”

Orca Guardians Iceland: <Difficile identificare l’animale: la pinna è stata tagliata>. La macchia sull’occhio potrebbe essere quella di due dei quattro esemplari

Potrebbe essere una delle orche del pod “genovese” quella trovata morta sulle coste dio Sarafand, in Libano. <La pinna è stata tagliata, senza lasciarci alcuna possibilità di identificare l’orca tramite quella e anche gran parte della coda era sparita>. Lo dicono all’associazione Orca Guardiab Iceland che per prima ha identificato il gruppo in Islanda.

Il confronto fotografico esclude due dei quattro animali, ma non può escludere i restanti.

Un ulteriore confronto fotografico è stato fatto grazie alle immagini scattate da Menkab e Artescienza.

Nemmeno questo è stato definitivo. Sia le chiazze vicino agli occhi di SN114 sia quelle di SN115 potrebbero mostrare alcune caratteristiche che potrebbero corrispondere a quelle dell’animale morto. <Non c’è modo di saperlo con certezza, in quanto soprattutto il bordo sinistro della macchia oculare della carcassa è danneggiato>. SN114 è l’orca ribattezzata Zena.
Si stima che l’orca fosse lunga circa 4.5 m (non possiamo saperlo con certezza perché la coda non c’è più), che è una possibile lunghezza sia per SN114 sia per SN115. Si pensa che sia una femmina, come i due animali. C’è, però, la possibilità che si tratti di un individuo completamente diverso perché non si ha alcuna evidenza, per ora, della presenza del Pod in Libano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: