Crollo Morandi: Rixi chiede al Governo 10 milioni in più per le imprese danneggiate

In realtà i fondi esistono già: basta destinarli. <Sono quelli dei residui dedicati agli ammortizzatori sociali del Dl Genova, che rischierebbero di restare inutilizzati> dice il deputato leghista

“Abbiamo depositato in commissione congiunta Affari costituzionali e Bilancio l’emendamento, di concerto con il presidente Toti e il commissario Bucci, per implementare fino a 10 milioni di euro il fondo, previsto dal Dl Genova, a disposizione delle imprese danneggiate dal crollo del Morandi, comprese nella Zona franca urbana di Genova, quindi Val Polcevera, municipio Centro Ovest, Centro Est, Medio Ponente e Ponente del Comune di Genova, i Comuni di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese e Serra Riccò. Le risorse sono parte dei residui dedicati agli ammortizzatori sociali del decreto Genova, che rischierebbero di restare inutilizzati. Con i 10 milioni di euro che verranno stanziati daremo ulteriore ossigeno e liquidità alle imprese danneggiate perché il tessuto produttivo economico del territorio possa essere rivitalizzato e decollare una volta completato il nuovo viadotto Polcevera”. Lo dichiara il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: