Italiano residente all’estero affitta in nero a stranieri. Denunciato dalla Gdf

Sei le case nella disponibilità dell’uomo, locate per lo più a cittadini del Marocco e del Bangladesh. Il proprietario non denunciava la presenza degli inquilini alla Questura

Nei giorni scorsi si è concluso da parte delle Fiamme Gialle in forza alla Tenenza di Riva Trigoso un accertamento nei confronti di un cittadino italiano – domiciliato a Londra ed iscritto all’AIRE -, proprietario a Sestri Levante di numerosi appartamenti.

Le attività investigative hanno permesso di accertare che il medesimo, a partire dal 2014, affittava a cittadini extracomunitari perlopiù del Bangladesh o del Marocco i propri appartamenti (alcuni dei quali in condizioni fatiscenti) completamente in nero o mediante dei fittizi contratti di comodato.

Tali importi venivano pagati dagli stessi inquilini mediante bonifico bancario direttamente sui conti correnti del proprietario o consegnati in contanti a delle persone di fiducia dello stesso e da questi delegate, che poi provvedevano a versare gli importi sugli stessi conti correnti.

Gli accertamenti effettuati hanno permesso di acclarare l’omessa dichiarazione dei proventi di tali locazioni ammontanti ad oltre 100.000€.

Il medesimo è stato anche deferito alle competenti Autorità per la violazione dell’obbligo di comunicare i nominativi delle persone alloggiate (Art. 7 del D.L. 286/1998 e art 109 T.U.L.P.S.).

L’attività svolta dalla Guardia di Finanza si inserisce nell’ambito di un programma, finalizzato alla tutela della legalità e della sicurezza dei cittadini, di controlli alle strutture ricettive extra alberghiere, che negli ultimi anni hanno contribuito ad incentivare la realizzazione di numerose attività sommerse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: