Annunci
Ultime notizie di cronaca

Polizia locale, sciopero Sulpl il 3 febbraio, giorno della Fiera di Sant’Agata e Genoa-Sassuolo

Polizia locale, sarà ancora sciopero. E sarà il giorno della Fiera di Sant’Agata a San Fruttuoso (con San Pietro la più grande di Genova, con un quartiere pieno di oltre 600 banchi) e di Genoa Sassuolo lì vicino, al Ferraris. Il Diccap Sulpl ha proclamato l’astensione dal lavoro per tutti i turni. L’ultimo sciopero ha visto un’adesione vicinissima al 100%.
Ecco la lettera con cui è stato proclamato lo sciopero

Il Diccap Sulpl, CONSIDERATO
che lo sciopero proclamato per il giorno 22/12/2018 e differito in data 12/01/2019 non ha portato ad alcun avvicinamento tra le parti e le problematiche di seguito elencate:
che l’attuale organizzazione del Corpo provoca notevoli disagi oltre a compromettere l’efficienza dei servizi e l’integrità psicofisica dei dipendenti;
che, nonostante i diversi incontri con la Delegazione Trattante di Parte Pubblica non sono state accolte le proposte ritenute migliorative per l’efficienza dei servizi prestati alla collettività ed una adeguata organizzazione del Corpo di PM;
che per la PM non è previsto un tavolo tecnico e/o di confronto sul benessere organizzativo e che i progetti non sono stati portati avanti;
che per effettuare un efficace servizio che garantisca sicurezza per i cittadini bisogna partire dalla Sicurezza degli Operatori e del Comando; pertanto, che bisogna garantire i numeri sufficienti di personale;
che il personale della PM di Genova ha un’età media che supera i 50 anni;
che ad oggi, l’organico del personale è notevolmente al di sotto delle soglie necessarie, prova ne è il fatto che, per il solo anno 2018, le ore di straordinario effettuate dai dipendenti del settore sono state ingenti: chiara manifestazione di una notevole carenza di personale;
Che le assunzioni previste a tempo indeterminato non sono sufficienti a coprire le diminuzioni di organico; Che le assunzioni a tempo determinato garantiscono in parte la copertura del fabbisogno ma che non vi è una programmazione adeguata delle assunzioni che garantisca, a scadenza del contratto, la copertura dei posti;
che a fronte di maggiore impegno richiesto per i servizi notturni esterni, non è stata accolta la proposta di rivedere le quote progettuali;
che l’istituto della reperibilità viene usato anche in modo anomalo oltre ai casi di un uso oltre il consentito dalle vigenti normative;
che l’Amministrazione Comunale sembra intenzionata ad attuare modifiche, con effetto retroattivo, ai trattamenti economici sulla retribuzione decentrata della P.M. sull’anno già trascorso – 2018;
che a fronte di un impegno sempre maggiore richiesto a tutti il personale PM l’Amministrazione Comunale, sembra determinata a praticare un taglio progressivo della retribuzione decentrata del Settore Polizia Municipale;
che il carico di lavoro insostenibile è diventato elemento di rischio per ogni singolo lavoratore con ricadute anche sull’efficacia e dei servizi espletati per la cittadinanza;
Che relativamente all’anno 2019 già iniziato non è stata ancora comunicata la progettualità VISTO
che nonostante diversi incontri con la Delegazione Trattante di Parte Pubblica la situazione non ha sortito migliorie;
che tutti i disagi sopra rappresentati creano notevoli difficoltà al servizio da rendere alla cittadinanza, nonché alla sicurezza del personale impiegato;
che nonostante quanto precede il personale del Settore PM ha continuato a mantenere la massima disponibilità ed il massimo spirito collaborativo per rispondere alle esigenze della cittadinanza, continuando nella sofferenza a garantire i servizi anche impropriamente richiesti;
che gli ultimi incontri per addivenire ad un accordo non hanno portato le soluzioni sperate;
La commissione consigliare convocata proprio per le problematiche sopra riportate non ha avuto alcun effetto
PROCLAMA
Una giornata di sciopero per il personale della Direzione Polizia Municipale di Genova e il ricompreso Corpo di Polizia Municipale, per tutti i turni ricompresi nella giornata del 3 febbraio 2019.
Si garantiranno i servizi minimi essenziali ai sensi dell’art. 2 comma 2 L. 146/90 così come modificata dalla L.83/2000.

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: