Annunci
Ultime notizie di cronaca

È morto ieri a Zurigo Roberto Tonoli, l’autista vittima dell’incidente del pullman di linea

Non ce l’ha fatta Roberto Tonoli, l’autista sessantunenne di Pegli che era rimasto gravemente ferito nello schianto del pullman che faceva servizio per Flixbus avvenuto il 16 dicembre scorso. È la seconda vittima dopo la mamma tentasettenne della provincia di Como Nicoletta Nardoni, morta sul colpo. Nell’incidente era rimasto ferito anche l’altro auttista, Mauro Federico, 57 anni,  residente a San Gottardo, a cui Tonoli aveva appena ceduto la guida. L’autista pegliese è morto ieri nell’ospedale di Zurigo in cui era stato ricoverato. La moglie dell’uomo, Anduela Shoferi, aveva parlato il giorno dopo lo schianto con l’autista che era alla guida del pullman mentre il marito era in coma e subiva un’operazione alla gamba lesionata gravemente. Mauro Federico le aveva detto che il pullman era scivolato sulla neve e sul ghiaccio e che aveva fatto in modo che finisse contro il muro per evitare che finisse nel fiume Sihl. L’autostrada svizzera, in prossimità di Zurigo, infatti, si interrompe perché il tratto successivo non è mai stato costruito e finisce proprio su un muro. In passato sono molti i veicoli che lo hanno sfondato finendo nel fiume. Molti passeggeri avrebbero perso la vita.

Non ce l’ha fatta, oltre a Nicoletta Nardoni, probabilmente colta nel sonno, anche l’autista esperto Tonoli, che nei giorni precedenti aveva pubblicato sulla sua pagina Facebook un altro incidente di un mezzo Flixbus avvenuto a Bruchsal, in Germania, e pubblicato dal Bild. La moglie Anduela aveva commentato: <Amore, devi smetterla di mettere ‘ste cose, ancora un poco svengo!!!>. Per una ventina d’anni Tonoli aveva gestito la sua ditta, ma poi non ce l’aveva fatta e aveva dovuto chiuderla. Aveva lavorato per qualche tempo come autista per EcoGe. Quindi aveva cominciato a lavorare nel settore del trasporto di persone su gomma presso Sailing tour. Al momento era impiegato in un’azienda che forniva mezzi e autisti a Flixbus. Un momento di preghiera per l’autista sarà deciso nelle prossime ore dalla chiesa evangelica di cui Tonoli era fedele.
Sulla sua bacheca Facebook resta la foto di un postit. Dice. <AA volte sembra la fine della strada, ma spesso è solo una curva sul tuo cammino. Non mollare mai!!!>. Il suo fisico, duramente messo alla prova, però, ha ceduto nel primo giorno dell’anno nuovo.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: