Le ultime notizie

“Stradda”, la rete delle impresa delle Ape-negozio, dal gelato alle ricette liguri, dall’abbigliamento all’antiquariato

Il “no” a ipermercati e outlet non basta a salvare le imprese del commercio. E mentre a smontare i giganti del settore ci pensa la crisi, con la gente che vuol far fruttare la propria capacità di spesa e riduce gli sprechi, c’è chi utilizza un’altra nuova tendenza suggerita un po’ dalla recessione che riduce l’uso delle auto (necessarie per spostarsi ai centri commerciali), un po’ dall’affermarsi della valorizzazione delle antiche tradizioni anche liguri e inverte il concetto: non ci si sposta più al negozio, è il negozio che si sposta verso il cliente. Nasce per mettere in collegamento una decina di pionieri di questa nuova-ritrovata forma di commercio “Stradda”, una rete d’imprese, la prima di questo genere, avviata sotto l’egida dello slogan “Street, food e shopping”. Protagoniste le Ape Car, note a chi frequenta, ad esempio, le isole del golfo di Napoli dove le si usa abitualmente come negozio o come taxi. versatili, capaci di approfittare di spazi piccoli come quelli di Genova e della Liguria, improntate non alla quantità, ma alla qualità, altra rivoluzione della rete d’impresa Stradda presentata nei giorni scorsi dal presidente di Ascom Paolo Odone.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Proprio sotto l’egida dell’associazione di via Cesarea si sono riunite le aziende che propongono ricette gourmet liguri, produttori che propongono ricette del territorio (di cui uno che vende alimenti vegani e vegetariani), prodotti biologici, abbigliamento etnico, arredamento e artigianato. Nella piccola flotta colorata di Ape ci sono quella di Camugin che propone i tradizionali fritti (come quella del ristorante Perballe), quello del gelato della Carla (la celebre gelateria di Sturla) e quello dell’Agrigelateria Delpian, quello di abbigliamento dell’Ape a Pois, quello del pastificio Novella e persino un Ape carica di complementi d’arredo e tessuto dedicati a barche e yacht (“La casa e il mare”). Ci sono poi quella de “Il Leggio” di  Rapallo, dedicata a mobili, complementi d’arredo, bijoux e tessuti e l’Ape-Banco della Val Di Vara con prodotti da agricoltura biologica.
Colorate come sono, fanno da sole animazione adeguata a ogni strada e sipropongono come alternativa “d’arredo” per tutte le iniziative commerciali all’aria aperta in Liguria e fuori regione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: