Annunci
Ultime notizie di cronaca

La sicurezza attraverso l’uso virtuoso del territorio, Tursi vince primo premio nazionale

Il progetto “Dare un posto al disordine” riguarda la Maddalena e punta alla collaborazione tra Comune, cittadini e associazioni. Ha ottenuto il più alto riconoscimento al Forum nazionale di sicurezza urbana

premiazione-mod-gq

(Anna Alessi, responsabile dell’Ufficio legalità e diritti del Comune e il commissario Francesco Castellani, responsabile della squadra del centro storico del I Distretto di polizia municipale, ritirano il premio conferito al progetto)

Animare il territorio per sottrarlo al degrado, il Comune di Genova si è aggiudicato il primo posto della prima edizione del Premio nazionale del Forum italiano di sicurezza urbana (FISU) con il progetto “Dare un posto al disordine” che interessa la zona della Maddalena, una delle aree più delicate e problematiche del centro storico. Tra le varie iniziative scaturite dal progetto, che dopo una prima fase di analisi entrerà a breve in fase operativa, vi è il supporto dell’amministrazione all’occupazione “virtuosa” del territorio nelle aree interessate da parte dei cittadini (tra queste gli slarghi di via della Maddalena, vico Rosa, vico Mele, piazza Cernaia) valorizzando e promuovendo iniziative di animazione del territorio.

Il progetto è stato pensato e realizzato dall’assessorato Legalità e Diritti, in collaborazione con il comando della polizia municipale e l’ambito territoriale sociale del Municipio Centro Est, grazie ad un’attenta analisi del territorio e dei suoi abitanti condotta da un’equipe multidisciplinare, (agenti di polizia municipale e operatori sociali). Si lavorerà con interventi di mediazione territoriale, prevenzione e contrasto al disordine e alle forme devianti di uso dello spazio pubblico. L’intervento è stato realizzato grazie al co finanziamento della Compagnia di San Paolo, co progettato con un vasto raggruppamento di soggetti di Terzo Settore sociali quali la Coop. La Comunità, Arci, Coop. Il Laboratorio, A.Ma., Ass.Med.Com, sostenuto dalle principali realtà del territorio, con il supporto tecnico dell’Associazione Amapola.

via della maddalena

 

La partenza è stata l’analisi del territorio sulla quale ha lavorato un’equipe composta da multi operatori sociali

L’idea genovese che si è aggiudicata il primo premio, conferito a Riccione nel corso delle “Giornate di polizia locale”, da parte della giuria presieduta da Rosella Selmini, presidente della Società europea di criminologia, è stata valutata “un’iniziativa fortemente innovativa, in particolare nella collaborazione sistematica proposta tra polizia locale ed operatori sociali, volta a risolvere rilevanti problemi di disordine urbano”.

<Sul tema della sicurezza urbana assistiamo frequentemente ad accesi quanto inutili scontri tra posizioni acriticamente solidaristiche, che non considerano e sottovalutano il tema criminalità e la percezione di sicurezza dei cittadini, e posizioni che invocano la ruspa e il pugno duro negando che alcune emergenze sociali non possono essere affrontate meramente come temi di ordine pubblico> dice Elena Fiorini, assessore alla Legalità e Diritti del Comune.

<Con questo progetto, come già con il progetto Chance, in corso di svolgimento, che riguarda invece il tema degli assembramenti abusivi nella zona di Palazzo San Giorgio – dicono a Tursi – il Comune di Genova continua ad affrontare la sfida di un’analisi non semplificatoria di fenomeni complessi cercando di comporre una lettura del territorio che unisca lo sguardo di diversi attori (cittadini, commercianti, operatori sociali, polizia municipale) realizzando interventi che da un lato promuovano il rispetto delle regole, il controllo e la sanzione, ma dall’altro creino partecipazione ed inclusione. Si tratta di un progetto che non nega ma affianca la necessaria e doverosa collaborazione tra istituzioni per la promozione della legalità>.

premio-disordine
Al premio potevano concorrere i Comuni, le Città Metropolitane, le Province e le regioni Regioni che, sia in forma singola che associata, anche in accordo con il mondo dell’associazionismo, avessero avviato, a partire dal 1° gennaio 2013, azioni, iniziative, progetti volti a promuovere interventi integrati di prevenzione sociale, situazionale, comunitaria della criminalità e/o del disordine urbano diffuso.

sicurezza-locale-premio

La cerimonia si è svolta in concomitanza con una tavola rotonda di discussione ed approfondimento sull’evoluzione delle politiche di sicurezza nel nostro paese. Il premio, organizzato dal Forum italiano per la sicurezza urbana, è volto a valorizzare esperienze innovative attuate dalle amministrazioni locali nel campo della prevenzione della criminalità, del disordine urbano diffuso e della percezione di insicurezza negli spazi pubblici.

forum-sicurezza-locale

Genova, come si è detto, si è aggiudicata il primo premio grazie al quale il Forum italiano per la sicurezza urbana fornirà consulenza tecnica e logistica, sostenendo le spese fino ad un massimo di 5 mila euro, per l’organizzazione di un evento internazionale nel territorio dell’amministrazione vincitrice, finalizzato alla promozione dell’esperienza di progettazione politica sulla sicurezza urbana praticata.

14322310_673911546118486_8140847852156888090_n

Il Forum italiano per la sicurezza urbana ha compiuto vent’anni. Nel 1996 un ristretto nucleo di Enti ha iniziato un percorso che si prefiggeva il comune obiettivo di promuovere nuove politiche di sicurezza urbana. Nel corso degli anni, il Forum è cresciuto e, in collaborazione con le organizzazioni delle Autonomie e le diverse articolazioni dello Stato, ha continuato ad adoperarsi per costruire un punto di vista unitario di tutti i soggetti istituzionali e sociali sui temi della sicurezza urbana. In occasione della 35ª edizione del congresso nazionale “Le Giornate della Polizia Locale” in corso a Riccione, il Fisu ha deciso di affrontare e discutere, insieme ad amministratori ed esperti, il valore e l’essenza attuale delle politiche locali di sicurezza e prevenzione della criminalità e disordine urbano diffuso in un contesto internazionale molto mutato rispetto a vent’anni fa.

<Abbiamo fatto il punto – dicono al Forum – cercando di capire quali cambiamenti sono in atto, quali conflitti e rischi si stanno delineando, quale ruolo è oggi prefigurabile per le realtà locali in materia di sicurezza urbana, qual è, infine, il quadro istituzionale più idoneo a garantire alle comunità condizioni migliori di sicurezza>.

Annunci

One thought on “La sicurezza attraverso l’uso virtuoso del territorio, Tursi vince primo premio nazionale”

  1. Il mondo alla rovescia : come è possibile premiare chi ha ridotto la Maddalena comeè ? Il Sindaco Pericu (PD) facendo una torta gigantesca , ha stabiliuto che le migliaia di impèiegati comunali andassero al Matitone, togliendo di botto alla Maddelena tutto ciò che la faceva vivere. E adesso premiaio Tursi per quel troiaio?+

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: