Annunci
Ultime notizie di cronaca

Genovesi a Monaco dopo l’attentato a Nizza, stupore e paura

Il principe Alberto esprime solidarietà a Hollande. Annunciata una serie di iniziative di partecipazione al lutto, annullate altre manifestazioni

montecarlo


di Angela Valenti Durazzo


PRINCIPATO DI MONACO – Mentre le autorità del Principato di Monaco annunciano, con una serie di iniziative, la partecipazione al grave lutto che ha sconvolto la vicina Francia, anche i liguri che abitano e lavorano a Monte Carlo vivono con sconcerto il terribile attentato avvenuto ieri sera durante i fuochi d’artificio della festa nazionale francese nella Promenade des Anglais di Nizza, il cui bilancio è di almeno 84 morti e 100 feriti.
<Quando sei toccato così da vicino vedere quelle scene raccapriccianti e di dolore è ancora più sconvolgente – spiega Stefano Valentini, genovese che lavora da oltre quindici anni a Monte Carlo in campo immobiliare – ed a Monaco quanto è accaduto si avverte poiché vi lavorano migliaia di persone che ogni giorno vengono da Nizza. Anche nella nostra agenzia abbiamo due dipendenti di Nizza ed oggi ho dovuto mandare a casa una segretaria perché comprensibilmente era sconvolta e piangeva. La mia reazione qual è stata? Oltre all’orrore ho provato senso d’impotenza. Il fatto é che ci stiamo rendendo conto che c’è poco da fare: non possiamo prevedere qualsiasi atto. Noi a Monaco, ovviamente, ci sentiamo maggiormente protetti per via di un sistema più sorvegliato ed una maggiore sicurezza che altrove, ma nelle abitudini generali, a parte evitare le grandi manifestazioni, gli stadi, ed i grossi avvenimenti, può cambiare poco perché non c’è modo di prevedere>.
<Io ho molti amici a Nizza – gli fa eco Magda, studentessa genovese iscritta a giurisprudenza a Nizza – ed è vero che si dice che dobbiamo reagire. Ma la gente adesso, almeno nell’immediato, ha paura. Dunque rinunciamo a delle libertà per paura. E come potrebbe essere diversamente? Alcuni miei amici che si trovavano con la famiglia in uno stabilimento balneare sulla promenade des Anglais sono rimasti nascosti per ore e quando poi sono usciti hanno dovuto passare tra i cadaveri. Un trauma temo indelebile>.
Ma al di là del cordoglio della popolazione di Monaco e dei turisti, stamane nettamente percepibile anche per le strade, (sono 150 le nazionalità presenti nel Paese di cui quella francese, seguita dalla monegasca e dall’italiana, sono le principali), le autorità sono scese in campo con una serie di interventi ed annullamenti di manifestazioni.
<A seguito dei tragici avvenimenti della notte scorsa a Nizza – si legge sul comunicato diffuso nel pomeriggio – e per associarci al lutto nazionale decretato dalle autorità francesi, il Governo, secondo le istruzioni del Principe Alberto II, ha deciso: di mettere le bandiere a mezz’asta su edifici pubblici, ambasciate e consolati e di annullare le seguenti manifestazioni pubbliche: il concerto del Monte-Carlo Summer Festival del 15 (stasera). Il concerto di domenica 17 luglio del Festival Internazionale d’organo alla Cattedrale di Monaco, e quelli dell’Orchestra Filarmonica di Monte Carlo nella Corte d’Onore del Palazzo del Principe. Lunedì 18 luglio l’inaugurazione del tunnel discendente Alberto II e lo spettacolo al Fort Antoine>. Annullato anche il Festival internazionale dei fuochi d’artificio.
Anche il Centro Ospedaliero Princesse Grace si è immediatamente mobilitato costituendo una servizio di crisi coordinato dal direttore generale dell’ospedale Patrick Bini e dal Capo del Servizio delle Urgenze Yann-Erick Claessens, in collegamento diretto da ieri sera con la Direzione generale della sanità PACA e con il Centro Ospedaliero Universitario di Nizza.
In considerazione inoltre “del legame profondo e personale che unisce Monaco agli abitanti del territorio delle Alpi Marittime” è stato aperto sempre all’ospedale di Monaco un servizio psicologico, mentre una messa di Requiem in memoria delle vittime sarà celebrata in presenza del Principe, nella Cattedrale di Monaco, sabato 16 luglio alle 11.
Infine non potevano mancare le condoglianze rivolte dal Principe Alberto al presidente della Repubblica francese François Hollande <Con una vivissima emozione – ha detto il sovrano di Monaco – voglio assicurarvi la solidarietà piena ed intera del mio Paese>.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: