Il porto diventa attrazione turistica nelle Giornate di primavera Fai. IL VIDEO

A fare da ciceroni, giovanissimo volontari e i ragazzi dei licei genovesi. Centinaia di soci del Fondo ambiente italiano a Genova per vedere dall’interno il terminal Sech, Palazzo San Giorgio e Terminal Crociere, antica stazione marittima dei transatlantici, aperti a tutti

Terminal Sech calata Sanità 1

A occhi spalancati, come bambini, per guardare da vicinissimo le grandi navi, le pile di container e le semoventi passando sotto le lunge gambe della Paceco, le enormi gru blu del terminal Sech: questo spettacolo della città che lavora è toccato solo ai soci Fai che nel fine settimana hanno partecipato all’edizione 2016 delle Giornate di primavera del Fai, Fondo ambiente Italiano. Per tutti, invece, solo sabato, la visita a Palazzo San Giorgio, sede dell’Autorità Portuale e, in entrambi i giorni, quella al terminal crociere, un tempo stazione di partenza dei piroscafi, dove era aperto il salone di prima classe, con i suoi affreschi Decò, le porcellane e l’argenteria della società Italia, il quadro che ritrae il Conte Biancamano, avo dei Savoia, che ammiravano coloro che viaggiavano sull’omonimo piroscafo. L’iniziativa ha avuto un grandissimo successo.

stazione marittima terminal crociere
Questa volta, nell’ambito dell’iniziativa nazionale, il Fai ha scelto qualcosa di più di un monumento, un museo o una dimora storica: ha scelto il passato, il presente e il futuro di Genova. Particolarmente originale la visita al Terminal Sech, a calata Sanità, necessariamente “a numero chiuso” per questioni di sicurezza. Ne hanno beneficiato i soci Fai che sono arrivati da tutta l’Italia del Nord per vederlo. A fare da entusiasti ciceroni, i ragazzi dei licei, che hanno così avuto il loro primo approccio col turismo.

Palazzo san giorgio
La decisione di dedicare le “giornate” genovesi al porto è stata una decisione della capo delegazione cittadina, Sonia Asaro (nella foto sotto) : <È un sogno che avevo da tantissimi anni nel cassetto. Il porto di Genova, per un genovese, è il cuore pulsante della città>.

sonia Asaro capo delegazione Fai genova

Il sogno si è realizzato grazie al terminalista Luigi Negri che ha aperto per l’occasione le porte di calata Sanità.

Terminal Ssech calata sanità container

Ecco le interviste a Sonia Asaro, ai giovani ciceroni e ai volontari realizzate nella giornata di sabato. Nel filmato si può vedere un panorama inedito, quello delle gru al lavoro viste da vicino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: