Enti Pubblici e Politica 

Giubileo, Bruno chiede al Sindaco “Misericordia” per poveri e territorio

Giubileo

Antonio Bruno de l’Altra Liguria chiede all’amministrazione “indulgenza plenaria” per i meno abbienti e per l’ambiente.

Questa l’interrogazione presentata da Bruno

Premesso che è stato indetto un Giubileo straordinario sulla Misericordia;

tenuto conto che, pur confermando la laicità dello Stato Italiano, può essere opportuno valutare con attenzione messaggi provenienti da autorità religiose di diverse fedi, laddove coinvolgono politiche sociali e ambientali;

considerato il dibattito apertosi in queste settimane anche in città su radici cristiane della società occidentale, come testimonia la discussione sul presepe o sul crocefisso nelle scuole;

considerato, inoltre, che tali istanze non è opportuno che scadano in polemiche strumentali o riti magici, che alienano le coscienze dalla vita reale;

sottolineato come il Giubileo, fin dalla sua nascita, si è caratterizzato per la restituzione delle terre agli antichi proprietari, la remissione dei debiti, la liberazione degli schiavi e il riposo della terra, obiettivi su cui anche coscienze non aderenti ad alcuna religione potrebbero concordare;

interpella la S.V. per conoscere se non sia opportuno che la C.A. in occasione del Giubileo della Misericordia procedere ad alcune iniziative:

– condonare i debiti delle famiglie che non riescono a pagare affitto e spese di amministrazione delle case di proprietà comunale, comprese quelle di proprietà di Spa in cui l’Amministrazione Comunale abbia una partecipazione (tramite gli amministratori nominati dal Sindaco);

– attivarsi verso le Spa che gestiscono servizi pubblici (Iren, Amiu ad esempio) in cui il Comune abbia una partecipazione, al fine di  condonare il pagamento delle spese relative alle utenze;

– istituire tavoli per risolvere i problemi dei senzatetto, degli immigrati, dei rom e delle persone coinvolte nel gioco d’azzardo;

– procedere a una moratoria delle Opere impattanti sul territorio come Terzo Valico e Gronda Autostradale del Ponente Genovese;

– istituire tavoli per la valutazione delle attività inquinanti presenti sul territorio genovese (a diversa gradazione: polo petrolifero e petrolchimico Multedo – Fegino – Sampierdarena, Riparazioni Navali di fronte a Centro Storico, incessante rumore proveniente dal porto di Pra) al fine di procedere a processi di riconversione produttiva.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: