L’appello per la raccolta fondi di “Libera”

“Venti liberi” non vuole ricordare  eventi meteorologici come monsoni o alisei: venti  è un numero. Il numero degli anni che ha visto presente Libera  nella vita politica italiana. Venti anni in difesa della legalità e  venti anni di impegno e lotta contro tutte le mafie e contro la corruzione.

Libera, nel  ricordare ala  politica, agli amministratori e all’opinione pubblica,  che questo lavoro necessita della collaborazione di tante  persone  che vengono educate al rispetto della legalità e del diritto, chiede il sostegno di tutti per incidere nella trasformazione   democratica del nostro paese.

Il livello di decadimento legato alla corruzione è precipitato, e le notizie che vengono riportate dalla cronaca nella rassegnata opinione pubblica non destano  ormai né scalpore né indignazione. Adesso è l’ora di alzare la voce, è l’ora di dare segnali chiari e inequivocabili  per rivendicare una svolta.

In questi venti anni Libera ha rivendicato e ottenuto dal legislatore il sequestro e la confisca dei beni ai condannati per mafia restituendoli alla società;  ha aperto un fronte di scontro culturale sulla questione morale e contro la corruzione;  ha lavorato per portare nella società e nelle scuole l’educazione alla legalità e continua a lottare  per una legge di contenimento delle conseguenze disastrose  del gioco d’azzardo, regolamentandolo.

Ma non è ancora sufficiente. Libera ha bisogno di tanti volontari per sviluppare maggiormente l’azione in tutte le pieghe del tessuto di questa variegata società.

Sabato 14 e domenica 15 Libera sarà presente in tutte le piazze d’Italia. Gli appuntamenti a Genova saranno in Largo Pertini e in via San Lorenzo dalle 9 alle 18,  per la raccolta fondi e per il tesseramento. In questa occasione ai sottoscrittori di una cifra superiore a 8 euro sarà donato un chilo di spaghetti di Gragnano.

Per Libera questo è un grande momento di visibilità che, affiancato alla campagna di tesseramento promossa sul territorio  attraverso tutti i circoli delle più grandi associazioni di secondo livello, si spera possa responsabilizzare sempre più cittadini  delusi dalla politica, ma consapevoli di dover agire subito per un futuro migliore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: