Enti Pubblici e Politica Industria Lavoro 

Doria: “Ilva, serve il piano industriale” Poi rilancia la modifica del Puc per Esaote, il ribaltamento a mare per Fincantieri e il Blueprint per le riparazioni navali

Schermata 2015-11-10 alle 15.03.36CONTESTAZIONE DEI LAVORATORI IN CONSIGLIO COMUNALE, SOSPESO PER UNA CONFERENZA CAPIGRUPPO SUL TEMA

<Ilva, vogliamo vedere il piano industriale> lo ha detto oggi il sindaco Marco Doria in consiglio comunale. Il Sindaco ha poi rilanciato la modifica del Puc per Esaote, il ribaltamento a mare per Fincantieri e il Blueprint per le riparazioni navali.
<Non possiamo declamare la nostra adesione alla volontà che Genova rimanga città industriale senza entrare nel merito, coerentemente, di queste questioni. Si tratta di operazioni strettamente funzionali>.
Doria ha anche spiegato che, a proposito del dibattito sulle aree Ilva, che è importante garantire l’affaccio a mare ad Ansaldo Energia per poter imbarcare direttamente le turbine.
I lavoratori hanno chiesto di parlare, ma Giorgio Guerello ha spiegato che il regolamento non lo consente. <Siamo pronti a tornare in piazza> hanno gridato i lavoratori. Sia il Sindaco sia Guerello hanno ricordato che era già stato concordato un documento in sede di conferenza dei capigruppo. Bruno Manganaro (Fiom Cgil) ha contestato Doria che ha risposto: <Lo sapete voi come lo so io che dialogo tra amm comunale e sind c’è stato, c’è e ci sarà. Disponibilissimo a parlare con voi in qualsiasi momento>.
A fronte delle contestazioni, il consiglio è stato interrotto per una conferenza capigruppo sul tema.
Stamattina, i lavoratori erano stati auditi in consiglio regionale e il capogruppo della Lega Francesco Bruzzone aveva detto: <Non sono d’accordo a costruire muri come in Comune per non fare entrare la gente>.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: