Saturn-Mediaworld, 62 esuberi

Ieri sono arrivate alle Organizzazioni sindacali di categoria le lettere relative all’apertura della procedura di licenziamento collettivo per i dipendenti Saturn e Mediaworld; si tratta di 906 esuberi a livello nazionale di cui 62 a Genova suddivisi tra Saturn (51) e Mediaworld (11). Oggi a Bologna si è svolto il previsto incontro sindacale sulla vertenza. Filcams Cgil e Fisascat Cisl hanno chiesto all’azienda di non lasciare a casa nessuno, ma di utilizzare gli ammortizzatori sociali ed in particolare i contratti di solidarietà. Nel contempo hanno chiesto l’apertura di un confronto sindacale serio sancito da un protocollo relativo alle relazioni sindacali. I tempi sono molto stretti: a metà giugno infatti è prevista la chiusura del negozio Saturn di Genova e di altri negozi sparsi sul territorio nazionale. L’Azienda si è resa disponibile ad incontri territoriali: per Genova l’appuntamento è fissato per giovedì 14 maggio, mentre il  26 maggio si terrà un ulteriore incontro nazionale.
“L’azienda fa un discorso contraddittorio – dice Silvia Michela Avanzino, segretario della Fisascat Cisl di Genova -. Da una parte vuole mandare a casa molte persone, dall’altra ha deciso di stabilizzare una serie di premialità e maggiorazioni festive concesse di anno in anno per evitare l’iscrizione ai sindacati. All’azienda, il 14 maggio, rinnoveremo la proposta di lavorare insieme per abbattere i costi, magari contrattando il canone di affitto, come è successo in centro per H&M, e mantenere aperto il negozio di Genova”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: