Oggi a Genova 

Il parrucchiere Chicco: «Così mia nipote ha salvato la donna che stava soffocando per il fumo nell’appartamento vicino»

Incendio in un centro massaggi di via San Sebastiano. «La vicina è riuscita ad aprire il chiavistello e Matilde si è fiondata dentro – racconta Chicco Lama -. La casa era satura di fumo e la donna era caduta a terra, lei è riuscita a trascinarla fuori, poi è rientrata imbracciando l’estintore». Ora anche la parrucchiera, insieme alla titolare del centro massaggi, è ricoverata per intossicazione da fumo

A raccontare quanto è accaduto è Chicco Lama, contitolare, insieme alla nipote Matilde Peniello, del negozio al primo piano dell’edificio di via San Sebastiano 4, in pieno centro cittadino. «Erano circa le 10:30 quando abbiamo sentito gridare “Aiuto! Aiuto!”. Sembrava che le urla venissero dalla strada. Abbiamo capito dopo che la vicina stava urlando da una finestra nel cavedio. Subito siamo usciti sul ballatoio e abbiamo sentito puzza di bruciato e abbiamo capito che le grida venivano dall’appartamento affianco. A chiedere aiuto era la nostra vicina, che gestisce il centro massaggi all’interno 3. La donna tossiva e urlava, ma le sue grida, a quel punto, erano soffocate perché aveva già respirato molto fumo. Non so come, la signora è riuscita ad aprire il chiavistello. Matilde si è fiondata dentro, nonostante il fumo che ormai impediva quasi di vedere. Ha trovato la donna, che nel frattempo era caduta a terra, l’ha trascinata fuori per i piedi e la ha messa in salvo».

Ma non è finita lì. «Matilde – continua Lama -, nell’attesa che arrivassero i Vigili del fuoco, è andata a prendere l’estintore e, tossendo per il fumo già respirato, ha provato a spegnere il rogo. Poi sono arrivati i Vvf e i soccorsi sanitari che hanno portato in ospedale sia la titolare del centro estetico, sia mia nipote. Ora si trovano entrambe ricoverate».

Sul posto, il 118 ha inviato in codice rosso l’automedica Golf1 e due ambulanze della Croce Bianca Genovese, di cui una della sezione di Carignano. Entrambe le donne, la quarantasettenne titolare del centro estetico e la parrucchiera trentasettenne che si era lanciata al salvataggio, sono state trasportate al pronto soccorso dell’ospedale San Martino a causa dell’intossicazione di fumo, la prima in codice rosso, il più grave, l’altra in codice giallo, di media gravità. Entrambe sono state ricoverate, la più giovane in semplice osservazione.

Nel frattempo i Vigili del fuoco avevano spento l’incendio che si era sviluppato nel ripostiglio del centro massaggi. Per fortuna i danni sono limitati, ma se Matilde Peniello non si fosse coraggiosamente gettata al salvataggio, molto probabilmente, le conseguenze per l’altra donna, per l’appartamento e, addirittura, per l’edificio sarebbero state molto più gravi.

In copertina: Matilde Peniello, la porta del centro massaggi, le finestre del centro, che danno sul cavedio.

Related posts

%d