Oggi a Genova 

Striscione Slang Usb contro il lavoro gratis al Muma: «Il vostro volontariato è il nostro sfruttamento»

Oggi del bando comunale per 6 mesi di volontariato a Muma e Mei (Museo dell’Emigrazione) si parlerà in consiglio comunale per un’iniziativa consiliare del Pd sottoscritta da tutta la minoranza. Da Roma tuona il senatore ed ex consigliere comunale Pirondini: «Bando vergognoso»

l Sindacato Lavoratori di Nuova Generazione, aderente all’Unione Sindacale di Base, ha esposto davanti al Museo del Mare, che si affaccia sulla Darsena, uno striscione contro il bando del Comune. Vi si legge: «6 mesi di lavoro gratis. Il vostro volontariato è il nostro sfruttamento».

«Un bando vergognoso. Non ci sono altri termini per descrivere l’annuncio apparso sul sito del comune di Genova per la ricerca di una risorsa a supporto delle attività del Museo del Mare e dell’Emigrazione italiana. Con la scusa della valorizzazione del volontariato non solo vorrebbero avvalersi di lavoro a titolo gratuito, ma al fortunato candidato scelto è richiesta pure un’iper-qualificazione tecnica e linguistica” – recita una nota del senatore e capogruppo della Commissione cultura del Movimento 5 Stelle, Luca Pirondini -. Siamo alle solite. Non sono sufficienti evidentemente i dati che indicano che nel settore culturale oltre il 70% dei lavoratori guadagna meno di 8 euro all’ora, con stipendi che possono arrivare addirittura a meno di 4 euro all’ora. In alcune amministrazioni pensano evidentemente che dare un lavoro in questo settore sia un regalo, e dunque non ci sia diritto ad alcun tipo di retribuzione. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa il ministro Gennaro Sangiuliano. È questa, dunque, l’idea di lavoro del centrodestra, cioè far lavorare persone iper-qualificate gratis? Sono passati velocemente dagli insulti a chi purtroppo non trova lavoro alle proposte indecenti di lavorare senza percepire uno stipendio. Ora cosa si inventeranno? Evidentemente, la loro non è la nostra idea di occupazione e mai lo sarà: il lavoro va pagato. Sempre, e partendo dal salario minimo garantito che questa destra continua ad osteggiare».

La questione sbarcherà oggi in consiglio comunale. Sarà oggetto di una dichiarazione/interrogazione ex articolo 55, primo firmatario il capogruppo Pd Simone D’Angelo. Il Sindaco, secondo il regolamento comunale, ha facoltà di rispondere in aula.

Il testo è stato firmato anche dai capigruppo di Genova Civica Ariel Dello Strologo, della Lista Rossoverde Filippo Bruzzone, del M5S Fabio Ceraudo.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: